TV e Spettacolo

Sanremo, guai per Fedez: divulgato estratto della canzone in gara

Il cantante è al centro della bufera, sul caso è intervenuto anche il Codacons che ne chiede la squalifica
fedez e chiara ferragni a Milano

Mentre Amadeus e la Rai continuano il loro braccio di ferro contro il Cts e il Covid-19 per permettere la realizzazione della 71esima edizione del Festival di Sanremo con il pubblico in sala, un altro problema sembra sopraggiungere all’orizzonte. Nella serata di sabato 30 gennaio Fedez ha pubblicato erronaeamente un brevissimo video dove si può sentire un estratto di Chiamami per nome, brano che canterà insieme a Francesca Michelin, in piena violazione del regolamento.

Che cosa ha fatto Fedez

Nella giornata di sabato Fedez ha postato diversi video, tutti rigorosamente senza audio, in cui si vede la sala dove stava provando.

In alcuni, sullo sfondo, si vedono anche Chiara Ferragni e il piccolo Leo, “il manager” come scherza papà Fedez.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Fin qui nulla di grave, il problema è nato da un video “sfuggito” con audio dove, secondo i fan, si sente chiaramente un estratto della canzone Chiamami per nome che il cantante porterà sul palco in coppia con Francesca Michelin.

Il video in questione è stato prontamente rimosso e ripostato in muto ma ormai aveva già fatto il giro del web.

Mi sa che il povero Amadeus ha un’altra gatta da pelare per Saremo 2021” scrive su Twitter Davide Maggio, postando il video con audio e aggiungendo: “Anche se le alternative non sembrano essere troppe”.

Da non perdere: Festival di Sanremo, scontro Franceschini-Amadeus: il botta e risposta

La direzione ha avviato verifiche

Intanto, tramite Ansa, la Rai ha reso noto che insieme alla direzione artistica del Festival di Sanremo sono state attivate verifiche del caso, e che si riservano di procedere nei prossimi giorni. Quale sarebbe l’inghippo? Che i pezzi presentati sul palco dell’Ariston devono essere assolutamente inediti, per questo Fedez e Francesca Michelin sono a rischio squalifica.

Intanto il Codacons ha già chiesto la testa del cantante, buttando ulteriore benzina sul fuoco del dibattito che sta smuovendo i social. Nella serata di sabato l’hashtag Fedez era salito in alto nei top trends di Twitter.

Il dibattito sui social

Il web è spaccato in merito al video postato da Fedez, c’è chi lo difende affermando si sia trattato di una svista e chi invece insinua che, esperti come sono Fedez e Ferragni dei social, questa non si sia trattata di una mossa voluta per marketing o per smarcarsi da Sanremo.

In entrambi i casi c’è però un’altra possibilità, Fedez ha davvero bisogno di fare marketing in questo modo per se stesso? Si chiedono gli utenti, mentre per quanto riguarda la possibilità di non andare a Sanremo, lascia abbastanza pensare.

Mi riferisco alla polemica che si era scatenata lo scorso dicembre quando, dopo l’annuncio dei big in gara, in tanti hanno ricordato al cantante quanto da lui detto nel 2014 ovvero: “A Sanremo si va quando le cose vanno male”.

A quelle polemiche lui rispose in una diretta su Twitch affermando: “Non credo che la coerenza sia una virtù, ho fatto tante cose incoerenti.

Ma Ma partecipare a Sanremo è dal mio punto di vista una cosa coerente con quanto detto in quel vecchio filmato che risale al 2014. Il 2021 è un anno problematico per la musica. Sanremo è l’unico palco vero, reale, dove poter cantare”. Per questo dunque anche la seconda ipotesi può essere contraddetta.

A seguito dell’annuncio del Codacons però, gli utenti si sono uniti a favore del cantante, accusando l’associazione dei consumatori di perseguitarlo. Bisognerà ora attendere la decisione di Amadeus in merito, che nelle scorse ore era sempre più pronto a voler mollare la presa sul Festival.

Fedez, al momento, non si è espresso sulla questione.

Video postato per errore

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 13- Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, lo staff di Fedez ha fatto sapere che il caricamento del video è stato un errore non voluto.

Ora si attende il verdetto della direzione artistica, la speranza resta quella di non incappare nella squalifica, dato che in passato ci sono stati episodi simili, come nel caso di Riki.

Potrebbe interessarti