TV e Spettacolo

Raoul Bova: tutto su famiglia, carriera da attore, vita e fidanzata Rocío Morales

Raoul Bova è da sempre riconosciuto per il suo fascino e la stoffa da attore. Un talento unico, che conta nel suo curriculum tantissimi film di fama nazionale e internazionale. 30 anni di esperienza maturati nel mondo televisivo e che l'hanno reso famoso in tutto il mondo. Ripercorriamo le tappe più significative della sua vita: la famiglia d'origine e la dolorosa perdita dei genitori, gli esordi da attore fino a completare tutta la carriera. Non mancheranno notizie sulla vita privata e sulle questioni di cuore che l'hanno coinvolto negli anni.
Raoul Bova

Raoul Bova è uno degli attori sex symbol più amati in Italia. Con 30 anni di carriera alle spalle, il suo curriculum non conta solo film italiani ma anche film girati all’estero, al fianco di attori di fama internazionale come Sylvester Stallone, Angelina Jolie, Johnny Depp e molti altri. Ripercorriamo la storia dell’attore: dalla famiglia d’origine, alla carriera, arrivando all’attuale compagna di vita Rocío Muñoz Morales.

Raoul Bova: la famiglia d’origine

Raoul Bova nasce a Roma il 14 agosto 1971, sotto il segno del Leone e ha 49 anni.

Dopo il diploma, si iscrive all’ISEF (Istituto superiore di educazione fisica) senza però concludere gli studi. Fin dall’adolescenza nutre passione per il nuoto e partecipa a gare a livello agonistico, vincendo a 15 anni il campionato italiano giovanile nei 100 metri dorso. Ma dopo qualche anno, forse amareggiato dai pochi successi, l’attore abbandona l’agonismo e si arruola nel corpo dei Bersaglieri prestando servizio come istruttore di nuoto.

Il dolore per la perdita dei genitori

Con il 2018 si apre un anno difficile per Raoul Bova.

Iniziato male per problemi di salute, l’attore ha dovuto anche affrontare la scomparsa improvvisa del papà Pino. Poi, l’anno dopo, l’ultimo saluto alla sua mamma Rosa. Un dolore straziante per ogni figlio, che nel giro di poco si vede strappar via due pilastri cardine della vita. A peggiorare il quadro ci hanno pensato le circostanze incerte intorno alla morte della madre, dato che Raoul non ha mai saputo chiaramente le cause del decesso. “Mia madre forse è morta di Covid, ma non lo dicono“, queste le parole rilasciate durante un’intervista al programma Verissimo. Siamo infatti a fine 2019, quando del virus si sapeva ancora molto poco.

“Era all’inizio del Covid, è andata in ospedale per una cosa, ma non si è capito molto bene. – ricorda l’artista – Hanno fatto un intervento, ma non hanno mai specificato chiaramente le cause della morte di mia madre“.

Raoul Bova: gli esordi della carriera da attore

Oltre ad essere dotato di grande fascino, Raoul Bova è conosciuto in tutto il mondo per la sua bravura nella recitazione. Vanta un curriculum veramente ricco, che raccoglie 30 anni di esperienza alle spalle. La carriera nel mondo televisivo inizia prestissimo, all’età di 22 anni nel 1993.

Esordisce sul grande schermo come aiutante nella trasmissione Scommettiamo che…? e per la prima volta nei panni di attore nel film Mutande pazze. Ha preso parte a tantissimi altri film già nei primi anni ma sarà con il film Palermo Milano solo andata che si farà conoscere al grande pubblico in Italia e all’estero.

La vita da attore negli Stati Uniti

Raoul Bova non si limita ai confini italiani e vola negli USA per prendere parte ad alcuni film americani al fianco di attori di fama internazionale. Siamo nei primi anni 2000, quando collabora con il geniale Sylvester Stallone nelle riprese di Avenging Angelo.

Poi nel 2003 recita in Sotto il sole della Toscana, al fianco dell’attrice Diane Lane. Nel 2010 invece interpreta una piccola parte in The Tourist, al fianco dei colossi della recitazione Angelina Jolie e Johnny Depp.

I grandi successi di Raoul Bova

Ma torniamo in Italia, dove è altrettanto stimato da colleghi e registi da tutte le parti. Nel 2009 Raoul si fa conoscere e amare anche dal pubblico adolescenziale, recitando nel fortunato film campione di incassi Scusa ma ti chiamo amore. Sotto la regia di Federico Moccia, Raoul si mette nei panni di un uomo adulto che si innamora follemente di una giovane ragazza liceale.

Un successo clamoroso, tanto da far uscire l’anno dopo il sequel: Scusa ma ti voglio sposare. Nel 2011 esce Immaturi, film che riempie le sale cinematografiche.

Gli ultimi anni

Nel 2018 prende parte alla fortunatissima serie televisiva I Medici, interpretando Papa Sisto IV. Non solo, il suo curriculum vanta altre fiction di buon successo, come Ultimo – caccia ai Narcos poi Giustizia per tutti e, ancora, Buongiorno Mamma per cui ha dovuto perdere 20 chili.

Raoul Bova: tutti gli amori

Dopo una breve relazione con l’attrice Romina Mondello, nel 2000 Raoul Bova convola a nozze con la veterinaria Chiara Giordano, da cui ha due figli: Alessandro Leon (2000) e Francesco (2001). Dopo anni insieme la relazione però non sembra più funzionare e i due si separano nel 2013. Qualche tempo dopo, l’artista inizia a frequentare l’attrice e showgirl spagnola Rocío Muñoz Morales, conosciuta sul set di Immaturi. Inizialmente, erano molte le polemiche mosse dal pubblico nei confronti dell’attore, accusandolo di aver tradito l’ex moglie visti i periodi di tempo ravvicinati tra una relazione e l’altra. La coppia, comunque, sembra molto affiatata e continua stare insieme da ormai diversi anni. Con la compagna Rocío ha avuto altre due figlie, Luna (2015) e Alma (2018).

Potrebbe interessarti