fabrizio corona sciopero della fame

Novità sulle condizioni di Fabrizio Corona, tornato in carcere dopo la decisione del Tribunale di Sorveglianza di fargli scontare altri 9 mesi. La reazione dell’ex paparazzo è stata furiosa: video in cui appare sporco di sangue e se la prende coi giudici. Gesti autolesionisti che hanno portato al suo ricovero in psichiatria e alla personale decisione di iniziare uno sciopero della fame.

Fabrizio Corona sciopero della fame: le parole dell’avvocato

Tutto questo succedeva ormai 20 giorni fa: Fabrizio Corona è stato nel frattempo trasferito nel carcere di Monza per scontare i 9 mesi che aveva precedentemente passato in affidamento terapeutico.

La vicenda ha suscitato molte reazioni diverse, tra cui decine di messaggi di supporto per Corona. C’è preoccupazione per lui: la madre ha più volte detto che teme per la sua vita, date le sue condizioni di salute. Ad aggravarle, uno sciopero della fame cominciato quando si trovava ancora nel reparto di psichiatria del Niguarda di Milano.

Una decisione, questa, interrotta ora da Corona. A rivelarlo è stato l’avvocato Ivano Chiesa, intervenuto nel corso di diverse trasmissioni televisive. A Telelombardia, il legale ha detto: “Da un punto di vista fisico finalmente mi ha ascoltato perché gli ho detto: Fabrizio ho bisogno di te, altrimenti in quelle condizioni fisiche lì non mi aiuti e invece dobbiamo continuare una battaglia giudiziaria, dobbiamo andare fino in fondo.

E quindi mi ha ascoltato e ha ricominciato a mangiare qualcosa“.

Fabrizio Corona interrompe lo sciopero della fame

Chi è vicino a Corona sarà contento di questa scelta, dettata da una evidente sofferenza e che tuttavia rischiava di costargli ancora di più in termini di salute fisica. Le stesse parole sono state ribadite anche all’inviata di Pomeriggio Cinque, programma di Barbara d’Urso: “Fabrizio Corona ha deciso di sospendere lo sciopero della fame.

Ha deciso di accogliere la supplica dei legali e della madre Gabriella. Ha colto anche il tuo appello Barbara“.

Proprio la madre, ospite in studio dalla d’Urso, pochi giorni fa aveva lanciato l’allarme: “C’è la possibilità che mio figlio muoia ed è alta questa probabilità. Il ministero intervenga, se muore devono tenerselo sulla coscienza, è mio figlio. Mio figlio” aveva detto, sottolineando anche la diagnosi di sindrome bipolare con personalità borderline più depressione.

Fabrizio Corona: le lettere di Adriano Celentano

Nei giorni scorsi Corona ha potuto contare anche sul supporto di numerose personalità dello spettacolo.

Su tutti, Adriano Celentano: il cantante sta scrivendo numerose lettere sotto forma di post Instagram, indirizzate sia a Corona che ai giudici. Nell’ultima, attacca proprio chi ha imposto il carcere all’ex paparazzo: “un giudice non può essere schiavo di antipatie personali” ha scritto. In un’altra, aveva commentato amaramente anche lo sciopero della fame deciso da Corona: “È a dir poco fuori moda – ha scritto – Se dovessi morire ora non fregherebbe niente a nessuno“.

Approfondisci

Fabrizio Corona rompe il silenzio, le parole di Fabrizio Corona su Instagram: “Mi manca vivere”