Gabriel Garko, l'amaro e durissimo sfogo:

È un lungo sfogo quello che Gabriel Garko affida alle pagine di un settimanale di gossip, parole amare con le quali l’attore, in quest’ultimo anno al centro dell’attenzione mediatica per il suo coming out avvenuto in quel del Grande Fratello Vip, ha voluto descrivere la sua vita in questo momento, segnata da tanti fatti particolari alcuni dei quali non dei più felici.

Gabriel Garko, l’amaro sfogo dopo l’Ares-gate

C’è tanto rammarico nelle parole rilasciate recentemente dall’attore Gabriel Garko che quest’anno è stato in modo particolare sotto all’occhio di bue dei riflettori e poco, inverosimilmente, per le sue performance sul set cinematografico.

Così infatti Gabriel Garko ha attirato su di sé l’attenzione soprattutto per la svolta presa dalla sua vita privata, del tutto cambiata dopo il suo coming out avvenuto in lacrime davanti a Rosalinda Cannavò in quel del Grande Fratello Vip.

Sono sereno ma non nascondo che non è facile sopportare questa gogna mediatica” dichiara l’attore dove per gogna intende i forti e pesanti giudizi arrivati nei suoi confronti in questi mesi dopo l’Ares-Gate, la presunta setta sul quale si indaga dopo alcune dichiarazioni di Rosalinda Cannavò e Massimiliano Morra, oggetto di un’inchiesta sul reato di istigazione al suicidio di Teodosio Losito.

Ho detto a chi di dovere tutta la verità – ha dichiarato Garko al settimanale Chi, a cui ha rilasciato l’intervista – Non ho altro da aggiungere e spero che presto, nel bene o nel male, si faccia luce su questa brutta vicenda. É assurdo che la vita mi riporti, in continuazione al passato quando io ho solamente voglia di guardare avanti“.

Il risentimento di Garko nei confronti di Massimo Giletti

Tante le parole che sono arrivate in questi mesi a Garko, non delle più piacevoli come dicevamo e anche inerenti a questa inchiesta: “Ormai ci sto facendo il callo: negli anni mi hanno dato dell’attore di serie B, della ‘mi**otta’, del rifatto, del gay per convenienza – dichiara l’attore – È assodato che il mio personaggio venga sempre visto in un altro modo e me ne accorgo ogni qual volta incontro qualcuno.

È ormai un classico la frase ‘ti facevo diverso‘”.

Sempre nel corso della medesima intervista Garko non cela poi un risentimento nei confronti di Massimo Giletti, il conduttore di Non è l’Arena che nel corso di una puntata durante la quale si è parlato a lungo dell’Ares-gate, aveva parlato di Garko: “Mi ha lasciato sgomento perché in un periodo come questo, dove si discute ogni giorno del ddl Zan contro l’omotrasfonia, le parole fanno la differenza.

Il mio coming out ha solo migliorato la mia vita. Il giorno dopo avevo paura a scire di casa. Mi sentivo nudo. Invece sono stato accolto da un calore mai avvertito prima“, spiega Garko riferendosi a Giletti che aveva trattato l’Ares-gate come un altro evento all’interno di un periodo non fortunato per Garko.

Sempre l’attore ha poi discorso brevemente sulla sua vita privata in questo momento ove sarebbe provato per le condizioni di salute del padre: “Sono giorni che lavoro incessantemente – ha dichiarato Garko a Chiche mio papà non sta molto bene e che il mio nome riempie le pagine dei giornali“.