Piero Angela nominato Cavaliere da Sergio Mattarella

Piero Angela Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: il divulgatore scientifico più famoso della tv ha ricevuto l’onorificenza dal Presidente Sergio Mattarella, e ha reagito con stupore affidando il suo commento alla stampa dopo l’incontro al Quirinale.

Piero Angela Cavaliere di Gran Croce: l’incontro con Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito a Piero Angela l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, destinata a chi si è particolarmente distinto a favore del Paese.

Il capo dello Stato e il famoso divulgatore scientifico si sono incontrati in occasione della cerimonia che si è svolta al Quirinale nella giornata di ieri, 11 maggio, alla presenza della moglie dello storico volto di Quark e Superquark, premiato per il suo contributo fondamentale nella galassia dell’informazione.

Piero Angela Cavaliere di Gran Croce: la reazione del divulgatore scientifico

Piero Angela ha reagito con grande entusiasmo, ma anche con una nota di stupore per l’onorificenza conferitagli dal Presidente della Repubblica: “Mi ha emozionato – ha dichiarato a RaiNews24perché non me l’aspettavo e perché mi è stata consegnata da un personaggio che ammiro molto, il nostro Presidente Mattarella, che è stato molto gentile con me“.

Il dono di Piero Angela a Sergio Mattarella

Piero Angela ha consegnato un dono a Sergio Mattarella, come lui stesso ha rivelato: “Gli ho portato un mio libro intitolato ‘A cosa serve la politica?’, e naturalmente gli ho detto ‘So già che Lei non potrà leggerlo, però se è curioso, se legge le prime 15 pagine, è come se avesse letto il libro. Ha sorriso, ha apprezzato molto“.

All’Ansa, il giornalista ha dato un curioso ritratto del suo percorso: “Il Presidente mi ha dato tutte le insegne, nastri e medaglioni e poi anche un certificato e quindi adesso sono a posto: non posso più avere altre onorificenze, questa è davvero la più importante“.

Piero Angela Cavaliere di Gran Croce: una vita al servizio della cultura

92 anni, torinese, Piero Angela è entrato in Rai nel 1951 e la sua è una storia costellata di successi. Nel corso della carriera, ha ricevuto 12 lauree honoris causa, scritto decine di libri e condotto alcuni dei programmi di punta della televisione italiana come Quark e Superquark.

Il suo modo di raccontare la scienza e la cultura, rendendole materie “familiari” nelle case di milioni di italiani, si è tradotto in un percorso unico di cui il figlio, Alberto Angela, è ritenuto il degno erede.

L’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce non è il solo riconoscimento che incornicia la carriera e l’impegno di Piero Angela nel mondo della televisione e della cultura. Nel 2017, infatti, ha ricevuto il prestigioso Premio “Penna d’Oro”, dall’allora Ministro per lo Sport e Presidente della Giuria Luca Lotti, nel 60° anniversario della sua istituzione.