Piera Maggio diffida Quarto Grado

Piera Maggio ha diffidato Quarto Grado, la decisione della mamma di Denise Pipitone è arrivata dopo quanto accaduto durante l’ultima puntata. Piera aveva condiviso sui suoi canali ufficiali il messaggio inviato al conduttore, Gianluigi Nuzzi, in risposta ad alcune dichiarazioni sentite durante la puntata. La mamma di Denise si era risentita dopo le dichiarazioni fatte dal giornalista Carmelo Abbate, vissute come un attacco alla sua persona.

Se Carmelo Abbate aveva risposto a Piera Maggio, condividendo su Twitter il video delle sue dichiarazioni al programma, per tutto il week end Gianluigi Nuzzi ha mantenuto un atteggiamento di riserbo e silenzio.

Piera Maggio ha diffidato Quarto Grado

Piera Maggio ha annunciato la sua decisione, condividendo sul suo profilo il testo della diffida: Si diffida il programma Quarto Grado a non trattare più il caso di mia figlia, né a citare il mio nome o quello di mia figlia a causa delle continue, reiterate frasi offensive nei miei confronti affermate con veemenza inopportuna, senza contegno, da parte di Carmelo Abbate e senza nessuna presa di distanza da parte di Nuzzi” ha scritto Piera.

Il testo poi continua così: “Dimostrando un plateale atteggiamento di parte e non certamente garantista.

Ci si riserva di querelare il prgramma e gli autori che consentono questo scemio delle vittime di un reato“.

La risposta di Carmeo Abbate alle parole di Piera Maggio

Nel corso dei giorni scorsi, dopo il messaggio inviato da Piera Maggio a Nuzzi nel quale criticava il modo in cui Carmelo Abbate parlava di lei, il giornalista che da anni segue la vicenda di Denise Pipitone aveva immediatamente risposto. Il tema dello scontro è stato, secondo le accuse di Piera Maggio, il fatto che nel descrivere quanto accaduto nel 2000, ovvero la relazione tra la donna e Piero Pulizzi, la nascita di Denise, e gli atteggiamenti di Jessica Pulizzi in quegli anni, Abbate secondo la donna la giudicasse in modo inappropriato.

Non è stata la prima volta che Piera Maggio si è infuriata per gli atteggiamenti del giornalista e con il programma, arrivando persino allo scontro acceso con Nuzzi. Dal canto suo, Carmelo Abbate ha risposto postando sul suo profilo Twitter ufficiale un video contenente il suo intervento, accompagnato da due dichiarazioni: Mi sfugge il passaggio dove avrei definito frivola la signora Piera Maggio, mi sfugge dove avrei denigrato, giudicato o pronunciato qualsiasi tipo di offesa all’indirizzo della signora Piera Maggio.

Ho riportato quanto scritto nella sentenza“.

Guarda il video:

In un altro posto, sempre condiviso su Twitter, Carmelo Abbate ha aggiunto: “Ho riportato fedelmente l’analisi del movente in capo a Jessica che fa la Corte d’Assise d’Appello di Palermo. L’origine degli “inequivocabili sentimenti di rabbia e di odio nutriti verso la Maggio”. Io leggo gli atti del processo, non esprimo giudizi morali“.