TV e Spettacolo

Raffaella Carrà, svelato l’ultimo bellissimo gesto prima della morte: “È il momento di renderlo pubblico”

La Confraternita di Misericordia di Porto S. Stefano rende nota l'ultima donazione effettuata da Raffaella Carrà, poche settimane prima della sua improvvisa scomparsa
raffaella carrà ultima donazione

Dopo la scomparsa improvvisa di Raffaella Carrà, sono in molti a ricordare la grande cantante e personaggio televisivo. Tra questi anche un’associazione che aveva molto a cuore, come dimostrato dalle numerose donazioni fatte nel corso degli anni. L’ultima poche settimane prima della morte: Raffaella Carrà non ha voluto venisse pubblicizzata, ma per il responsabile della Confraternita è arrivato il momento di farlo.

Raffaella Carrà, le tante donazioni alla Confraternita di Misericordia di Porto S.

Stefano

Tra i tributi di questi giorni a Raffaella Carrà – più o meno apprezzati e alcuni anche molto criticati – emerge il post della Confraternita di Misericordia di Porto S. Stefano, comune di fronte a Monte Argentario (Grosseto) e luogo in cui verranno portate le spoglie dell’artista dopo la tappa a San Giovanni Rotondo. Come molti, anche loro sono rimasti molto colpiti dalla scomparsa della Regina della Tv, specie per gli anni di amicizia e collaborazione tra le parti.

La prima volta è stata dopo il naufragio della Costa Concordia: “Mi cercò per fare da tramite per aiutare un familiare di un disperso: quella mattina mi consegnò un assegno per lui” si legge nel post del governatore.

Poi, di nuovo, l’aiuto dopo il terremoto dell’Aquila: “Cercò di nuovo la Confraternita per far arrivare materiale scolastico per i ragazzi. Ricordo che ‘svuotò’ una cartolibreria di Porto S. Stefano e ci portò zaini, quaderni, penne, colori…“. Ma non solo.

La donazione dei respiratori durante la pandemia da parte della Carrà

La terza occasione risale alla pandemia da Covid-19 che ha colpito il Paese. L’ospedale di Grosseto come molti nosocomi italiani cercava respiratori per il reparto di rianimazione e l’associazione si era attivata per una raccolta fondi.

A pochi giorni dalla pubblicazione sui giornali di questa iniziativa ricevetti una telefonata con il prefisso di Roma. Era lei. ‘Roberto ho saputo della vostra raccolta. State tranquilli. Ho dato mandato alla banca di effettuare un bonifico per l’intera cifra. Affrettatevi a comprarlo‘”. Totale della donazione: 18.000 euro. Anche per questo gesto, si legge “non voleva ‘far rumore’: insistetti per fare un comunicato stampa perché riuscii a convincerla che altri avrebbero potuto imitare il suo gesto.

Acconsentì“.

L’ultima donazione di Raffaella Carrà

Stesso canovaccio anche per l’ultima occasione raccontata dall’associazione, risalente a poche settimane prima della morte. “Mi chiamò qualche giorno prima ‘Roberto, sono Raffaella ho pensato una cosa: vorrei donarvi un mio immobile che ho a Porto S. Stefano. Potrete farci le vostre attività‘”. Una palestra, interamente donata da Raffaella Carrà alla Confraternita di Misericordia di Porto S. Stefano: “E io ancora senza parole. Tentai di ringraziarla…ma niente: non me lo permetteva“. Per questo gesto, alla cantante è stato donato un quadro con uno scorcio del paese tanto amato: in allegato al post la foto che la ritrae con mascherina e occhiali ma l’iconico caschetto biondo.

Una foto che, per riservatezza, non voleva fare: “Signora posso fare un piccolo comunicato per rendere pubblica questa donazione?’. ‘No Roberto, non è il momento….’ E con il suo atteggiamento evasivo mi fece capire che avremmo dovuto aspettare un po’ a dirlo. Ed oggi riteniamo che quel momento si arrivato“.

Potrebbe interessarti