Cronaca Italia

Papa Francesco è stato dimesso: il Santo Padre lascia il Policlinico Gemelli e fa ritorno in Vaticano

Il Santo Padre ha fatto ritorno in Vaticano a bordo della sua auto
Papa Francesco secondo bollettino

Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Gemelli a 10 giorni dal ricovero per sottoporsi ad un intervento programmato. Il Santo Padre ha fatto ritorno in Vaticano; le sue condizioni di salute sono buone, era stato trattenuto qualche giorno in più per completare le ultime fasi riabilitative al decorso post operatorio.

Papa Francesco è stato dimesso

Papa Francesco è stato dimesso, il Santo Padre ha lasciato il Policlinico Gemelli di Roma dove era stato ricoverato domenica 4 luglio, uscendo alle 10.45.

Francesco è passato da via Trionfale a bordo della sua auto, una Ford blu, e ha fatto ritorno in Vaticano.

Il ricovero di Papa Francesco

Papa Francesco era stato ricoverato lo scorso 4 luglio per sottoporsi ad un intervento chirurgico programmato. Il Santo Padre si era presentato, come di consueto, ai fedeli per l’Angelus, dove aveva detto che si sarebbe dovuto operare e accennando anche che a settembre avrebbe intrapreso il viaggio organizzato in est Europa.

Francesco si è dovuto sottoporre ad una operazione al colon a causa di una diverticolite che lo affliggeva da tempo.

Il Santo Padre, da primo bollettino, ha reagito bene all’operazione e i medici avevano parlato di 7 giorni di degenza. Tolti i primi giorni, durante i quali il Papa ha manifestato lievi sintomi febbrili, ha subito ripreso a camminare, facendo visita soprattutto ai bambini ricoverati presso il reparto di oncologia.

Gli auguri di pronta guarigione al Papa

In tanti, nelle ore successive al ricovero, hanno fatto gli auguri di pronta guarigione a Papa Francesco, tra questi anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha scritto: ““Santità, atterrato a Parigi per la Visita di Stato che mi accingo a iniziare nella vicina e amica Francia, ho appreso del suo ricovero al Policlinico Gemelli“, si legge nella nota, “L’affettuoso pensiero degli italiani tutti, di cui mi faccio interprete unendovi il mio personale, accompagna in queste ore Vostra Santità, unitamente ai più cordiali auguri di buona convalescenza e ancor migliore e pronta guarigione“.

Potrebbe interessarti