Politica

Silvio Berlusconi ricoverato in ospedale: di nuovo al San Raffaele di Milano

L'ex premier si trova ricoverato in ospedale, al San Raffaele di Milano, ormai da ieri. Cosa si sa
Processo Ruby Ter: il Tribunale di Milano respinge la richiesta di stralcio temporaneo per la posizione di Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è di nuovo in ospedale. La notizia è di questi ultimi minuti e sembra che si trovi all’ospedale San Raffaele di Milano, come successo anche in precedenza, già dalla giornata di ieri. L’ex premier, 84 anni, pare verrà sottoposto ad alcuni accertamenti di routine.

Silvio Berlusconi in ospedale

Silvio Berlusconi è ricoverato da ieri all’ospedale San Raffaele di Milano, e a rivelarlo è stato l’Adnkronos a cui sarebbe stato confermato da fonti parlamentari di Forza Italia.

Sembra che l’ex premier sarà sottoposto ad accertamenti di routine. Lo staff del leader azzurro avrebbe spiegato che il ricovero “è stato reso necessario per una valutazione critica approfondita“.

Nei mesi scorsi si è parlato molto delle condizioni di salute di Berlusconi, entrato e uscito dagli ospedali per diverso tempo, soprattutto dopo essere stato trovato positivo al Covid-19. Solo a maggio il leader di Forza Italia era stato dimesso dall’ospedale San Raffaele dopo cinque giorni di ricovero. Al tempo era emerso che Silvio Berlusconi era stato ricoverato a causa di una patologia infiammatoria, di cui pare soffrisse già da tempo, peggiorata a causa del Covid.

A preoccupare i medici sembra fosse il quadro generale delle sue condizioni di salute comprendente anche problemi cardiaci.

Silvio Berlusconi sulle sue condizioni di salute

In una lunga intervista rilasciata a Il Giornale qualche mese fa, il leader politico di Forza Italia ed ex presidente del Consiglio Berlusconi aveva deciso proprio di parlare delle sue condizione di salute, messa duramente alla prova in questi ultimi mesi e minata anche dal Covid: “I medici mi hanno finalmente autorizzato a riprendere un minimo di attività, pur senza ancora uscire di casa.

La prima cosa che voglio dire a voi e a tutti gli italiani è un grazie dal profondo del cuore per l’attenzione e la partecipazione che ho avvertito intorno a me in questi mesi difficili”.

Così l’ex presidente del Consiglio ringraziava anche per l’affetto ricevuto in tutti questi ultimi mesi: “Mi hanno dato la forza di affrontare una sfida difficile: quella con le conseguenze e le complicanze di un male insidioso e tremendo, lo stesso che ha seminato tanti lutti e tanto dolore in Italia e nel mondo“.

Potrebbe interessarti