Cronaca Italia

Eitan, il console italiano a Tel Aviv gli fa visita: come sta il bimbo. Gli zii paterni pronti a partire

Sarebbero emersi dubbi in merito al rapimento del piccolo Eitan Biran. Il piccolo sarebbe beneficiario di una cospicua eredità
eitan in israele, aperta un'inchiesta per sequestro di persona

Il console italiano in Israele ha incontrato il piccolo Eitan Biran; la visita è avvenuta alla presenza del nonno Shmuel Peleg. Proseguono quindi gli aggiornamenti sul caso del bimbo rapito la scorsa settimana dai nonni materni, dopo averlo prelevato dalla casa della zia per una visita autorizzata.

Il piccolo Eitan Biran, 6 anni, è l’unico sopravvissuto della tragedia della funivia Stresa-Mottarone, dove persero la vita i genitori, il fratellino e i bisnonni materni. Eitan era stato affidato lo scorso agosto alla zia paterna, Aya Biran, residente a Pavia come il fratello. Peleg aveva detto che avrebbe portato Eitan in un negozio di giocattoli, invece non lo ha fatto, è andato invece in Svizzera da dove è partito per Tel Aviv con un volo privato.

Non solo Peleg, anche la nonna materna Etty Cohen è indagata dalla procura di Pavia. Sarebbero poi state avanzate ipotesi sul perché dietro il rapimento di Eitan, come riferito da il Quotidiano Nazionale tutto si spiegherebbe con una questione economica.

Il console italiano in Israele ha incontrato Eitan

Il console dell’ambasciata di Tel Aviv ha incontrato questa mattina Eitan Biran.

La visita è avvenuta alla presenza del nonno. Shmuel Peleg ed è stata organizzata d’intesa con la Farnesina e resa possibile anche grazie alla collaborazione delle autorità israeliane.

La visita, si legge su Ansa, “Era stata finalizzata a verificare la situazione e il contesto familiare in cui si trova attualmente il minore“. Fonti dell’ambasciata hanno poi fatto sapere che: “Il piccolo Eitan è apparso in buone condizioni di salute“.

Il viaggio degli zii paterni di Eitan Biran

Intanto gli zii paterni di Eitan, Aya Biran e Or Nirko, stanno preparando il loro viaggio per Tel Aviv.

Ai microfoni di SkyTg24, Or Nirko ha fatto sapere che la partenza sarà, con molta probabilità, la possima settimana. “Sarebbe bello poter tornare con Eitan” ha detto lo zio.

Il problema dell’eredità dei bisnonni di Eitan

Come si legge sul Quotidiano Nazione, il problema sarebbe da individuare nel rapporto tra le famiglie, da sempre molto teso, e nella questione dell’eredità (che sarebbe cospicua) del bisnonno materno di Eitan Biran, Itshak Cohen, morto nel giorno della tragedia del Mottarone. Eitan, nato e cresciuto a Pavia, non avrebbe mai davvero frequentato i nonni materni, i quali prima della tragedia non sarebbero mai andati a trovarlo.

Ma potrebbe essere l’unico beneficiario di parte dell’eredità.

Potrebbe interessarti