Politica

Super Green Pass, scuola, quarantena e terza dose: il calendario delle nuove regole e cosa cambia fino a marzo

I prossimi mesi saranno ricchi di novità per quanto riguarda le regole su Super Green pass, scuola, vaccini e gestione delle quarantene: cosa cambia fino a marzo e le date da ricordare.
Super Green Pass, scuola, quarantena e terza dose: il calendario delle nuove regole e cosa cambia fino a marzo

Il nuovo anno porta con sé alcune nuove misure di contrasto al Covid e alla sua variante Omicron. Ecco l’elenco completo con le date in cui entreranno in vigore le nuove decisioni del Governo e quali saranno le regole da ricordare per la convivenza con il Coronavirus.

Coronavirus, a gennaio l’autosorveglianza sostituisce la quarantena, ma non per tutti

Dal 1° gennaio, la quarantena è sostituita dall’autosorveglianza, ma non per tutti. Le persone che hanno avuto un contatto stretto con un soggetto positivo ma sono risultate asintomatiche, oppure hanno ricevuto la seconda dose da 4 mesi o la terza dose booster, possono non osservare la quarantena.

Per loro è infatti previsto un periodo di autosorveglianza di 5 giorni e l’obbligo di indossare la mascherina FFp2 per almeno 10 giorni. Chi invece abbia avuto un contatto con un positivo e sia asintomatico, ma abbia ricevuto il vaccino da più di 4 mesi, resta l’obbligo di osservare un periodo di quarantena di 5 giorni. Per le persone non vaccinate, invece, la quarantena resta pari a 10 giorni in caso di contatto con un soggetto positivo al Covid.

A gennaio si amplia la zona gialla, in discussione l’estensione del Super Green Pass

Il 3 gennaio è la data in cui si aggiornano i colori di alcune Regioni.

La zona gialla, che già include Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Veneto, province autonome di Bolzano e Trento, a partire da lunedì 3 gennaio comprende anche Lombardia, Piemonte, Lazio e Sicilia. Resta dunque l’obbligo, introdotto anche in zona bianca, di indossare all’aperto almeno la mascherina chirurgica. È consentita l’apertura di tutte le attività e non sono previste limitazioni agli spostamenti.

Il 5 gennaio il Consiglio dei Ministri dovrebbe decidere se estendere o meno l’obbligo del Super Green Pass per tutti i lavoratori dei settori pubblico e privato.

Tra le ipotesi in campo per mediare tra le diverse posizioni delle forze politiche, potrebbe farsi strada una prima estensione ai soli dipendenti del settore pubblico che svolgono mansioni a contatto con altre persone.

Scuola, cosa cambia al rientro dalle vacanze di Natale: la proposta di autosorveglianza per i vaccinati

Il 6 gennaio sarà ridotta la capienza degli stadi, degli impianti sportivi e dei palazzetti al 50% per gli spazi aperti e al 35% per i luoghi al chiuso. Il 7 gennaio invece sarà centrale un altro ambito, quello della scuola. La maggioranza degli studenti tornerà infatti tra i banchi e si dovrebbe assistere a un cambiamento nelle regole della quarantena e della Dad.

Anche nelle classi elementari e medie potrebbe essere istituita, nel caso di 2 studenti positivi, l’autosorveglianza di 5 giorni nel caso dei ragazzi vaccinati e una quarantena con Dad di 10 giorni per quelli non vaccinati. Nelle scuole dell’infanzia invece sembra confermata la quarantena di 10 giorni per tutte le classi in cui sia stato rilevato 1 caso di positività. I docenti, invece, dovranno portare una mascherina FFp2 se sono a contatto con studenti esentati dall’obbligo di indossare i dispositivi di protezione.

Obbligo esteso di Super Green Pass e terza dose “booster”, tutte le novità di gennaio

In data 10 gennaio sono ben 2 le novità attese.

La prima riguarda la terza dose “booster”, che potrà essere somministrata già dopo 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale, al posto degli attuali 5 mesi. La seconda è invece relativa all’estensione dell’obbligo del Super Green Pass. Il certificato verde rafforzato sarà richiesto in ogni luogo e per lo svolgimento di qualsiasi attività, con l’eccezione dell’accesso ai negozi e ai servizi essenziali. Dovrà dunque essere esibito per poter accedere a tutti mezzi di trasporto pubblico, anche locale, così come sarà obbligatorio per mangiare nei locali all’aperto e al chiuso e per accedere ad alberghi, impianti sciistici, fiere e luoghi in cui si svolgono attività sociali.

Cosa cambierà a febbraio e marzo 2022: Super Green Pass e stato di emergenza

Il 1° febbraio la durata del Super Green Pass sarà portata da 9 mesi a 6. Il certificato verde scadrà entro questo periodo sia per le persone che abbiano completato il ciclo vaccinale primario sia per chi abbia ricevuto la terza dose booster. In questi mesi è anche atteso un intervento del Commissario per l’emergenza Covid e del Ministero della Salute per calmierare i prezzi delle mascherine FFp2, che potrebbero essere rivendute a un costo compreso tra 0,50€ e 1€. Infine, il 31 marzo 2022 è al momento la data in cui avrà termine lo stato di emergenza.

Potrebbe interessarti