Gossip

Renzo Arbore ai funerali di Piero Angela: “Era il nostro beniamino. Alberto è il suo erede naturale”

Dopo tanti anni trascorsi insieme alla Rai, Renzo Arbore ha rilasciato ai giornalisti un ricordo intimo e dettagliato di Piero Angela. Poi ha ripetuto le parole di stima nei confronti di Alberto Angela.
Piero Angela Renzo Arbore Alberto Angela

Il cantautore ha sempre avuto un rapporto di vicinanza con Piero Angela, testimoniato tra l’altro da un momento condiviso per i 40 anni di Superquark, quando avevano suonato insieme in Rai.

Renzo Arbore saluta l’amico Piero Angela: “

“Ho naturalmente tanti ricordi di Piero” – esordisce Renzo Arbore intercettato dalle agenzie di stampa tra cui Vista e AgTw ai funerali di Piero Angela, tenutisi questa mattina in Campidoglio a Roma. “Piero era il nostro beniamino, perché oltretutto faceva l’anchorman per la prima volta lui personalizzava il Tg2” – Piero Angela era stato infatti il primo giornalista a condurre il Tg2.

“Poi ho anche tanti ricordi legati a lui: abbiamo suonato insieme, abbiamo passato delle serate ricordandole e poi c’è questa cosa che è stata amplificata ma l’ho detta perché è la verità, lo invidiavo molto perché era il padre di Alberto Angela” – spiega Arbore ai cronisti. In Alberto Angela, che al funerale laico ha tenuto un lungo e commovente discorso in memoria del padre, il cantautore vedeva la continuazione di quello che Piero Angela ha iniziato. “Alberto Angela – dice Arbore – è l’erede naturale che da lui ha imparato e che porterà avanti il discorso di Piero”.

Le parole di Renzo Arbore su Alberto Angela

Già qualche giorno fa, in un’intervista rilasciata a Repubblica subito dopo la morte di Piero Angela, Renzo Arbore aveva mostrato stima e fiducia nei confronti di Alberto Angela.

In quella occasione, Piero Angela aveva detto ai giornalisti: “Provo un po’ d’invidia perché ha un figlio meraviglioso. La grande eredità di Piero è Alberto, serio, bravissimo. Un grande divulgatore. Penso che Piero sia stato un uomo fortunato perché ha fatto il suo lavoro con passione, competenza, ha avuto al suo fianco Margherita (Pastore, la moglie, nda) e si è goduto la vita, l’ha vissuta fino in fondo.

Ma la cosa più bella, la ricchezza più grande, è avere avuto un figlio come Alberto”. Nel suo discorso, lungo e commovente, Alberto Angela del resto ha sottolineato proprio quanto sia stata “piena” la vita del padre. Ora Renzo Arbore fa il suo endorsement proprio al figlio dell’amico Piero: “Viene seguito anche dai ragazzi, in rete, perché effettivamente ha delle qualità del padre, il fatto di parlare di cose difficili ma comprensibili, affascinanti. Ci vorrebbero personaggi come loro”.

Potrebbe interessarti