Vai al contenuto

L’arresto per droga, la condanna e il suv senza assicurazione: chi è Nancy Liliano, la donna che ha investito e ucciso i carabinieri

Pubblicato: 09/04/2024 10:31

É ancora forte il dolore per la morte dei due giovanissimi carabinieri (Francesco Pastore, 25 anni, di Manfredonia, Foggia, e dell’appuntato scelto Francesco Ferraro, 27, di Montesano Salentino, nel Leccese), deceduti in seguito al tragico incidente stradale avvenuto lungo la strada statale 91 che collega Eboli con il comune di Campagna. Nello schianto è rimasto ferito un altro militare. Con il passare delle ore si delinea in maniera sempre più chiara il ritratto della donna che sabato sera era alla guida del suv che si è scontrato con l’auto su cui viaggiavano i carabinieri. Si tratta di Nancy Liliano, 31 anni, risultata positiva ai test per rilevare la presenza di droga e alcol. Non solo: pare che il suv Range Rover sul quale viaggiava insieme a una 18enne, rimasta ferita, sia stato sequestrato per mancanza di assicurazione. Ora la donna è indagata per omicidio stradale. 
Leggi anche: Carabinieri morti, il dolore delle famiglie: “Innamorati della divisa”
Leggi anche: Carabinieri morti, Francesco Ferraro aveva finito il turno: “Era rimasto per aiutare i colleghi”

Chi è la 31enne Nancy Liliano

Nancy Liliano, di Campagna, è stata coinvolta in passato in vicende di droga. In particolare, era una delle 15 persone alle quali, nel giugno 2019, al culmine di un’indagine iniziata nel 2015, i carabinieri della Compagnia di Eboli notificarono altrettante misure cautelari, emesse dal gip su richiesta della Dda. Tra i reati contestati, a vario titolo, anche l’associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. In manette finirono esponenti di spicco della famiglia malavitosa Del Giorno, della Piana del Sele, ritenuta dagli inquirenti in contatto con la ‘ndrangheta dalla quale acquistava la droga da rivendere. Nancy Lilliano decise di patteggiare la pena e venne condannata a tre anni di reclusione. Risulta aver terminato gli arresti domiciliari nel 2020. (Continua a leggere dopo la foto)

Oggi i funerali dei due carabinieri

Oggi, intanto, sono in programma i funerali dei due giovani militari. Il sindaco di Campagna, Biagio Luongo, ha disposto il lutto cittadino, mentre il vicesindaco parteciperà alle esequie di Ferraro. Lutto cittadino anche nei due comuni pugliesi. A Manfredonia i funerali di Francesco Pastore si terranno in cattedrale alle 10 e saranno celebrati dall’arcivescovo Franco Moscone. Il maresciallo era figlio di Matteo Pastore, carabiniere in servizio presso il radiomobile di San Giovanni Rotondo. Oltre al papà, lascia la mamma Chiara, la sorella Sara e la fidanzata Vilma. «Aveva fin da bambino la divisa cucita addosso – ricorda chi lo conosceva -. Era cresciuto con il mito del suo papà». Grande commozione anche a Montesano Salentino, dove i funerali di Francesco Ferraro si svolgeranno, sempre alle 10, nella chiesa di Maria Santissima Immacolata: lacrime e applausi, domenica sera, all’arrivo della bara, avvolta nel tricolore e giunta davanti al municipio tra due ali di folla.
Leggi anche: Carabinieri morti in un incidente, indagata per omicidio stradale la donna al volante: era già stata arrestata per droga

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 09/04/2024 10:34