Bartoletti ricorda Mimì: "Ero in diretta quella maledetta domenica del 1995"

“Non chiedetemi di fare una “critica” alla fiction su Mia Martini”. Comincia così il post di Marino Bartoletti sulla sua pagina Facebook. Il giornalista e conduttore Rai che nel 1995 dovette dare l’annuncio della scomparsa in diretta televisiva, ha deciso di ricordare così la cantante.

Le velate critiche alla fiction "Io sono Mia"

Nonostante l’incipit del suo post, Bartoletti non si esime da qualche osservazione sulla fiction. “Non chiedetemi di commentare la scelta dell’attore che ha interpretato (?) Franco Califano, scrive, con un significativo punto interrogativo. “Non chiedetemi di scrivere cose lucide, obiettive, documentate. Non chiedetemi di recensire le sbavature storiche e i voli di fantasia, aggiunge, alludendo alle inevitabili deviazioni rispetto alla vera storia di Mia Martini, necessarie per poter accomodare la realtà allo spazio della fiction, interpretata da Serena Rossi. Gli autori hanno, infatti, dovuto tenere conto dei nomi noti che hanno preferito non essere presenti nel film, come Renato Zero e Ivano Fossati. “Io mi tengo l’emozione, la commozione, lo sconcerto, il dolore, ma in fondo anche la gioia e la riconoscenza che ho provato ad assaporare questo racconto”.

[embed]https://www.facebook.com/bartolettimarino/photos/a.1419413108098679/2698900086816635/?type=3&amp%3Btheater[/embed]

 

Le polemiche del Festival tra passato e presente

Se la polemica di questi giorni coinvolge il secondo classificato, Ultimo, il Festival fu ancora meno clemente con Mia Martini. Bartoletti ricorda, infatti, quel Sanremo 1989 che vide Mimì classificarsi al nono posto, dopo 5 anni di assenza dalle scene. “Ero a Sanremo a fine febbraio del 1989 quando Almeno tu nell’Universo (una delle canzoni del secolo) arrivò nona - nona, non seconda!! , scrive, accennando proprio ai fatti di questi giorni. “È vero: Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio avevano aspettato diciassette anni, perché fosse lei e solo lei a cantarla!”, ricorda poi il giornalista.

L’annuncio della scomparsa a Quelli che il calcio

“Ero in diretta a Quelli che il calcio quella maledetta domenica di maggio del 1995 quando dovetti annunciare che Mimì era stata trovata morta, scrive Bartoletti. Un ricordo che coinvolge anche Lauzi, presente in studio al momento dell’annuncio. “E davanti a me c’era proprio Bruno Lauzi, chiamato come tifoso della Sampdoria, che non disse nulla per tutta la trasmissione e che solo alla fine si alzò e sussurrò: “Ciao Mia. Ti saluta questo piccolo uomo”. Non chiedetemi come sto. Diciamo che avrei voglia di piangere. Per tanti motivi”, conclude poi il post.

[caption id="attachment_333995" align="alignnone" width="827"]Loredana Berté ricorda Mimì: "Ero orgogliosa di averla accanto" Mia Martini con il disco d'oro per le vendite del suo album (1989)[/caption]