pamela prati

A Storie Italiane parla l’avvocato di Pamela Prati, Irene Della Rocca. Dopo l’ammissione della showgirl che ha confessato a Verissimo di non aver mai visto il suo futuro marito Mark Caltagirone, che creda non esista nemmeno, ora il legale della star del Bagaglino ha detto che sta valutando l’ipotesi di procedere per via giudiziaria presentando un esposto in Procura sull’accaduto.

Pamela Prati e le foto di Mark Caltagirone

Sembrerebbe che Pamela Prati sia stata plagiata, non si sa se sia dall’agente Eliana Michelazzo che dalla manager Pamela Perricciolo, o addirittura da qualcun altro.

L’avvocato della showgirl, Irene Della Rocca, ha spiegato quanto tra profili falsi, falsi figli e falsi mariti, la questione “Mark Caltagirone” ormai prescinda da una categorizzazione nella cronaca rosa: “Attualmente, questa situazione si è evoluta in maniera completamente differente da quello che sembrava essere un mero caso di gossip qui non stiamo più parlando di un matrimonio che si è fatto o non si è fatto. (…) Si stanno profilando tutta una serie di eventi e di vicende che saranno oggetto certamente d’indagine da parte della magistratura“.

Rispetto al fatto che la showgirl non avesse mai smentito la veridicità della foto consegnata da Eliana Michelazzo al fotografo Sorge e mostrate a Live Non è la D’Urso in cui si vedeva Pamela Prati accompagnata da un uomo di spalle, l’avvocato ha dichiarato che in realtà la star del Bagaglino si è resa conto della gravità dell’accaduto solo ora: “Lei ha avuto contezza di tutta questa vicenda solo nell’ultimissimo periodo, negli ultimi giorni“.

irene della rocca avvocato pamela prati
Irene Della Rocca. Fotogramma Rai

Pamela Prati “vittima”

Alla domanda di Eleonora Daniele che ha chiesto all’avvocato Irene Della Rocca se Pamela Prati si ritiene una vittima, il legale ha affermato: “Così si è dichiarata e così si ritiene a tutti gli effetti.

(…) Questa vicenda non ha coinvolto solo Pamela Prati ci sono stati tanti altri personaggi del mondo dello spettacolo che sono stati vittima di una macchinazione analoga e l’hanno raccontata: Sara Varone, Manuela Arcuri, lo stesso Alfonso Signorini“.

L’avvocato ha poi spiegato che sta valutando di procedere a presentare un esposto alla Procura il cui contenuto punterà a dimostrare come Pamela Prati sia stata vittima di un raggiro perpetrato a suo danno e a beneficio di qualcun altro: “Stiamo valutando la possibilità di un esposto, le dico un esposto e non una denuncia perché in questa vicenda così complessa è francamente molto complesso individuare l’esistenza di reati e soprattutto a i danni di chi sono stati commessi i reati, per cui la signora Prati sta valutando insieme a me e ai miei collaboratori la possibilità di fare un esposto in Procura e spiegando approfonditamente tutti i fatti e chiedendo alla magistratura di appurare quali reati esistano, ove esitano, e chi ne siano gli autori.

(…) Il contenuto sostanziale sul quale stiamo lavorando è proprio sul reato principale che riguarderà la circonvenzione di incapace“.