Matteo Salvini

Di questi momenti la notizia che Matteo Salvini, segretario della Lega, è stato soccorso a seguito di un malore. Secondo quanto filtrato in questi momenti, Salvini si sarebbe sentito male mentre si trovava in viaggio verso Trieste per prendere parte ai funerali dei due agenti della Polizia uccisi lo scorso 4 ottobre a Trieste. Soccorso e trasferito all’ospedale San Polo di Monfalcone, a Gorizia, i medici dopo vari accertamenti avrebbero riscontrato una possibile colica renale. Dopo il check, il segretario della Lega è stato dimesso.

Salvini, il malore mentre viaggiava verso Trieste

Come Roberto Fico, l’attuale ministro dell’Interno Lamorgese e Patuanelli, Matteo Salvini si stava dirigendo verso la chiesa di Trieste ove questa mattina, alle 11, hanno avuto luoghi i funerali di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due agenti morti nella sparatoria che ha avuto luogo lo scorso 4 ottobre nella questura di Trieste il cui artefice, Alejandro Augusto Stephan Meran, si trova ora in carcere.

Secondo fonti vicine al segretario della Lega e come riportato da La Stampa, Salvini si sarebbe trovato in aeroporto quando ha accusato il malore.

Matteo Salvini dimesso dopo gli accertamenti

Dopo l’atterraggio a Ronchi-Trieste Airport, l’ex ministro dell’Interno è stato trasferito in ospedale per accertamenti.

Dopo l’intervento dei medici, sembra sia parso chiaro a tutti che il malore fosse dovuto ad una colica renale. Fortunatamente nulla di grave e che ha permesso ai medici di dimettere Salvini nelle ore successive. Purtroppo però, il malore gli ha impedito di prendere parte alla cerimonia funebre e per questo Salvini si sarebbe dichiarato molto dispiaciuto.

Il messaggio di Matteo Renzi

Poco dopo la notizia del malore è arrivato l’augurio via social di buona guarigione da parte dell’antagonista per eccellenza, Matteo Renzi, con il quale ha sostenuto un confronto pubblico proprio ieri sera in quel di Vespa a Porta a Porta.

Un abbraccio a Matteo Salvini e l’augurio di rimettersi in forma presto. Per tornare a litigare subito, naturalmente“, ha così scritto Renzi postando uno scatto dei due durante lo scontro a Porta a Porta intendi a scambiarsi un saluto con la mano.