amadeus e tiziano ferro in primo piano

Non è mai detta l’ultima parola sul Festival, prima che il Festival inizi. Sono già iniziate a circolare ormai da settimane le prime più azzardate ipotesi sui concorrenti, sui big, sui super ospiti che il Festival di Sanremo di Amadeus potrebbe portare in scena all’Ariston. Sono sicuramente più illazioni che certezze ma a mano a mano che febbraio si avvicina, qualche piccola ufficialità viene a galla e l’ultima, in ordine di tempo, riguarda Tiziano Ferro.

Festival di Sanremo: tra ufficialità e smentite

Mancano ancora mesi prima del via alla 70esima edizione del Festival di Sanremo eppure la macchina di Sanremo ha già iniziato a scaldare i motori.

Di certo, per davvero, c’è solamente un nome: quello di Amadeus, per la prima volta direttore artistico del Festival ereditato direttamente dalle mani di Claudio Baglioni. Su tutto il resto invece, si potrebbe discorrere per ore senza riuscire a cavar fuori qualcosa di ufficiale sebbene, continuando ad azzardare, qualche puntualizzazione-smentita piano piano arriva.

Tiziano Ferro: sì a Sanremo ma non come co-conduttore

Parliamo ad esempio di un nome importante come quello di Tiziano Ferro: il cantante sì, sarà sicuramente al Festival di Sanremo 2020 come già era stato preannunciato ma in che veste resta ancora tutto da capire.

Lanciata la notizia agli inizi di novembre, si vociferava che Tiziano Ferro avrebbe potuto prendere parte al Festival di Sanremo in qualità di co-conduttore, una sorta di spalla destra di Amadeus. Notizia che però viene oggi smentita proprio dallo stesso manager del cantante che ci tiene a specificare come Ferro presenzierà sì, ma senza tirare le fila della serata.

Tiziano Ferro sarà al prossimo Festival di Sanremo – ufficializza e rassicura il manager, Fabrizio Giannini – Ma non ci andrà mai come co-presentatore o conduttore“.

Non solo dunque la certezza che ci sarà ma anche la certezza che non lo condurrà e, a voler guardar lungo, che non lo condurrà mai se davvero il “mai” esiste. “In questo momento – aggiunge sempre il manager in una nota pubblicata da La Repubblica – Stiamo ragionando con Amadeus sulle idee da portare all’Ariston dopo le due belle esibizioni, sempre come super ospite, del 2015 e del 2017“.