weinstein

Dopo la condanna per molestie sessuali e stupro, Harvey Weinstein è stato operato al cuore e ora sarebbe tornato in carcere. Il ricovero d’urgenza è avvenuto poche ore dopo l’esito del giudizio del 24 febbraio scorso a carico dell’ex produttore, per un problema cardiaco che sarebbe stato risolto al Bellevue Hospital di Manhattan.

Weinstein operato al cuore

La notizia del ricovero e dell’intervento chirurgico d’urgenza per Harvey Weinstein è arrivata dalle colonne di Usa Today e New York Post. La stampa americana ha rilanciato la novità riguardante l’ex produttore recentemente condannato negli Stati Uniti, con verdetto dello scorso 24 febbraio, che sarebbe stato trattato al Bellevue Hospital di Manhattan.

Tutto sarebbe accaduto poco dopo il verdetto con cui la giuria di New York lo ha riconosciuto colpevole di 2 capi d’imputazione su 5: atto sessuale criminale di primo grado e stupro di terzo grado, dopo lo scandalo esploso con le accuse mosse da oltre 100 donne (tra cui Asia Argento, che si è detta “vendicata” dall’esito del giudizio a carico dell’ex re di Hollywood 67enne).

L’ex produttore trasferito in carcere

Secondo quanto riportato da Tgcom24, che cita Usa Today, Weinstein sarebbe stato trasferito in carcere (rischia una condanna definitiva da 5 a 29 anni, con sentenza prevista per l’11 marzo prossimo).

È proprio nel maxi penitenziario di Rikers Island, a New York, che dovrebbe attendere la conclusione del processo. L’ex produttore sarebbe stato inserito nella sezione infermeria del carcere, dotato di unità dedicate al trattamento di detenuti di alto profilo.

Le sue condizioni di salute, nel decorso post-operatorio, sarebbero state giudicate non incompatibili con la misura detentiva di cui è destinatario.

L’intervento chirurgico cui è stato sottoposto, secondo quanto riferito dall’Ansa che cita fonti del New York Post, avrebbe riguardato l’applicazione di uno stent in seguito alla sofferenza cardiaca manifestata dopo l’epilogo giudiziario del 24 febbraio scorso.

Appronfondisci

Caso Weinstein, Asia Argento: “Fiera della denuncia ma…”

Harvey Weinstein: al via il processo per stupro

Scandali nel mondo, dal 2010 al 2019: da Ruby a Weinstein