deborah ballesio domenico massari

Ergastolo per Domenico “Mimmo” Massari, accusato del delitto di Deborah Ballesio, sua ex compagna uccisa nel 2019 durante una serata di karaoke a Savona.

Omicidio Deborah Ballesio: ergastolo al suo ex

Si è concluso con una condanna all’ergastolo il processo a carico di Domenico Massari, l’uomo finito in carcere con l’accusa di aver ucciso la sua ex compagna 39enne, Deborah Ballesio, il 13 luglio 2019. La sentenza è stata emessa dalla Corte d’Assise di Savona, e per l’imputato l’accusa aveva chiesto anche l’isolamento.

Il giorno dopo l’omicidio, consumato durante una serata di karaoke nei bagni “Aquario” della città, Massari si era costituito al carcere di Sanremo e, riporta Ansa, aveva sostenuto di aver agito per un movente economico e non passionale.

Il delitto durante un karaoke

Secondo quanto ricostruito, Domenico Massari avrebbe fatto irruzione ai bagni “Aquario” di Savona, il 13 luglio 2019, e avrebbe aperto il fuoco contro la sua ex, raggiunta da 6 colpi di pistola. Nella sparatoria rimasero ferite altre 3 persone: 2 donne e una bambina.

Nel corso di una udienza del processo per l’omicidio di Deborah Ballesio, l’uomo avrebbe dichiarato di aver agito per questioni economiche.

Dopo aver aperto un night e averlo intestato alla donna, l’intervenuta rottura del rapporto lo avrebbe determinato a chiedere indietro la sua parte di denaro. Al rifiuto della vittima, avrebbe risposto dando alle fiamme il locale.

Per questo, secondo quanto riportato dalle ricostruzioni, Massari sarebbe stato arrestato e sarebbe uscito di prigione dopo 3 anni. Recatosi in un campo a prendere dei soldi precedentemente nascosti, non li avrebbe trovati e da questo sarebbe scattata la sua furia contro l’ex compagna, accusata di averlo truffato.

Al termine di una fuga durata circa 24 ore, si era consegnato agli inquirenti sostenendo di aver deciso di costituirsi dopo aver appreso del ferimento di una bambina nel corso della sparatoria costata la vita a Deborah Ballesio.