Vincenzo De Luca governatore

Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, colpisce ancora con la sua ironia. Affrontando il tanto dibattuto tema degli assistenti civici, ha definito la scelta del Governo di impiegare 60mila assistenti volontari una “straordinaria operazione mistica“.

Dirette Facebook condite di sarcasmo

De Luca, divenuto ormai l’idolo del web, ha trasformato le sue dirette Facebook settimanali in uno show a puntate. Ha affrontato la questione degli assistenti civici che in questi ultimi giorni sta facendo molto discutere. “Hanno deciso che impiegheranno 60mila assistenti volontari. Noi magari pensavamo ai 240 milioni a fondo sanitario” e, con il solito sarcasmo che lo contraddistingue, ha aggiunto: “devo dire che il governo ci apre comunque il cuore alla speranza, non ci ha dimenticato, ed infatti ha deciso questa straordinaria operazione direi mistica“.

De Luca si interroga sugli assistenti volontari

Il governatore della Campania si è interrogato sul lavoro che dovranno svolgere gli assistenti volontari: “Che cosa faranno?” ed ha continuato la sua diretta Facebook con un botta e risposta: “Possono fare la multa a chi non porta la mascherina obbligatoria? No. Possono fare una multa a chi non mantiene i tavoli dei ristoranti distanziati?

No. Possono intervenire per controllare un po’ la movida? No. possono regolamentare un po’ il traffico? No”.

L’ironia del presidente: “Faranno gli esercizi spirituali

Quindi, secondo De Luca non è molto chiaro in che consisterà precisamente il loro lavoro. Il presidente della Regione Campania ha riferito quale dovrà essere, secondo il governo, il compito dei 60mila volontari: “Ci è stato risposto che possono fare moral suasion, cioè faranno in pratica gli esercizi spirituali” ha spiegato De Luca, con il suo solito stile ironico.

L’attacco alla decisione del governo

Il governatore della Campania immagina così il nostro Paese nelle prossime settimane:”Vedremo 60mila persone andare in giro con il saio con sopra scritto: Pentiti, è colpa tua!“. De Luca si è inoltre domandato se i numerosi assistenti volontari saranno persone “con una qualche specializzazione per fare la moral suasion” come ad esempio “sociologi, psicologi o educatori“, e si è risposto affermando che tali figure: “Si sono formati alla scuola del niente e saranno chiamati a fare il nulla.

L’elogio all’eccezionale lavoro della protezione civile

Il presidente della Campania non poteva non concludere la sua lunga riflessione in merito agli assistenti civici volontari con una battuta: “Possiamo consolarci.

Il governo ha deciso di ridare vita, come è evidente, dopo 8 secoli, al movimento degli spirituali” aggiungendo: “mi auguro non creino fastidio alla protezione civile che sta facendo un lavoro eccezionale“.

Guarda il video: