fabio canino e alessandra mussolini a ballando con le stelle

Alessandra Mussolini sta traendo pieno giovamento da Ballando con le stelle. Lo dimostra il netto miglioramento nel ballo, certificato dai giudici, ma anche e soprattutto l’aprirsi emotivo della concorrente, che sta mostrando lati di sé più vulnerabili. Mussolini non manca di sfoggiare la sua veracità di fronte ai giudici, con cui ci sono spesso scontri, soprattutto con Selvaggia Lucarelli.

L’opinionista è arriva a definirla una “vaiassa”, aggettivo che ha acuito la tensione tra le due, in conflitto ininterrotto anche in altre trasmissioni. Stavolta però è un altro il giudice che ha detto la sua su Mussolini, svelando finalmente perché ha una brutta opinione di lei.

Fabio Canino svela cosa pensa di Alessandra Mussolini

Dopo un tango eseguito egregiamente con il compagno di ballo Maykel Fonts, Alessandra Mussolini riceve un trattamento stranamente dolce dai giudici. “Mai avrei pensato di abbinare questo aggettivo a te, ma sei stata persino elegante stasera“, le ha detto addirittura Selvaggia Lucarelli. La ballerina riscuote il plauso sulla performance, particolarmente laconica da parte di Fabio Canino.

Bene, meglio dell’altra volta“, ha dichiarato il giudice, spronato dagli altri a dire di più.

Mi trattengo tanto“, continua Canino, su cui poi interviene anche Alberto Matano: “Fabio si esprime solo con le palette, non capisco perché tu non debba dare un giudizio pieno“. Il giudice continua: “Il parlare è in più, è la paletta che conta, poi se volete si può anche parlare ma non credo sia il caso“.

Maykel Fonts e Alessandra Mussolini
Maykel Fonts e Alessandra Mussolini

“Di lei ho un’idea molto brutta”

Quando Alessandra Mussolini chiede a Fabio Canino perché non sia il caso di parlare, il giudice è tranchant: “Perché io di lei ho un’idea molto brutta.

Una donna che va in televisione e dice ‘Meglio fascisti che fr**i’ per me è una cosa grave. Poi se lei dice ‘Guardi, io ho sbagliato’, possiamo diventare anche amici“. Il riferimento è a una frase che la Mussolini disse a Vladimir Luxuria durante una trasmissione.

Le scuse di Alessandra Mussolini

La ballerina viene presa in contropiede da questa affermazione e replica che devono portare avanti uno show in un periodo molto difficile, quindi “dobbiamo andare avanti“. Selvaggia Lucarelli incalza: “Sì però scusa potresti chiederlo“.

Di fronte a Carolyn Smith che spinge a giudicare solo il ballo e non il resto, Fabio Canino si difende dicendo che per quanto riguarda i giudizi lui è sempre stato giustissimo con la concorrente e le ha dato anche voti alti.

La riconciliazione tra Alessandra Mussolini e Fabio Canino
La riconciliazione tra Alessandra Mussolini e Fabio Canino

Io sono stato zitto fino adesso, per me, io mi sento offeso e quindi teoricamente basterebbe una scusa“, continua Canino, appoggiato da Matano. Alessandra Mussolini spiega: “Possiamo dare un contesto? Noi stavamo facendo un dibattito politico, all’epoca Vladimir Luxuria faceva politica, non faceva l’artista. Ha cominciato ad attaccare. Quando uno dice ‘fascista’ lo fa a mo’ di attacco.

Quando a me attaccano non per quello che dico ma per chi rappresento, io divento matta. Certamente in un momento così questa cosa non andava detta. Quindi è stato, sia da parte di Vladimir, sia certamente da parte mia delle frasi completamente fuori luogo e sbagliate“.

Rosalinda Celentano: dalla malattia alla rinascita a Ballando con le Stelle

Il tweet di Vladimir Luxuria

Anche l’attivista LGBTQ+ Vladimir Luxuria, tirata in ballo durante la puntata, ha deciso di dire la sua tramite Twitter. “Vivo proiettata nel futuro, vivo senza rancore e pronta a voltare pagina e ricominciare quando si ammette di aver usato espressioni sbagliate.

Si possono avere posizioni politiche opposte pur mantenendo rispetto ed educazione“, ha commentato.

Il tweet di Vladimir Luxuria
Il tweet di Vladimir Luxuria

Approfondisci:

TUTTO su Ballando con le stelle

Gilles Rocca, da Ballando con le stelle ai suoi desideri per il futuro

Ballando con le stelle, puntata con intoppo: annullato lo spareggio