Primo piano di Meghan Markle

Nonostante la distanza ormai siderale dalla galassia della Royal Family, cristallizzata nella clamorosa uscita di scena dall’orbita di Sua maestà passata alle cronache come “Megxit”, i Sussex continuano a catturare l’attenzione di milioni di persone in tutto il mondo. L’ultima rivelazione di Meghan Markle spiazza tutti: “Ho avuto un aborto“.

Meghan Markle e Harry: la rivelazione sull’aborto

Sono trascorsi ormai diversi mesi da quel lutto vissuto intimamente e al riparo da occhi indiscreti, e oggi Meghan Markle trova il coraggio di svelare il dramma che ha colpito lei e suo marito, il principe Harry, mentre il mondo dava la caccia a una risposta sulla loro decisione di lasciarsi alle spalle il dorato scrigno di privilegi e protocolli che è la Royal Family inglese.

In un suo articolo per il New York Times, in cui ha scelto di essere identificata come “madre, femminista e attivista“, la duchessa di Sussex ha ricalcato i contorni di un dolore indescrivibile che si è consumato dietro le quinte della sua esistenza apparentemente rose e fiori.

La nuora di Lady D ha rivelato di aver perso un bambino, a causa di un aborto spontaneo che risalirebbe allo scorso luglio.

L’ex attrice di Suits, stabilitasi a Los Angeles con il marito e il loro primogenito Archie dopo il clamoroso addio alla vita in Inghilterra, ha rotto il silenzio attraverso un editoriale intenso in cui mette a nudo la sua sofferenza di madre alle prese con una perdita lacerante.

Il racconto della duchessa

Meghan Markle ha scelto di accompagnare i lettori nel cuore del suo profondo dolore con un articolo che si intitola “Le perdite che condividiamo, e che apre a uno scenario di sofferenza e solitudine inaspettati per i fan dei Sussex.

Era una mattina di luglio iniziata normalmente come qualsiasi altro giorno – scrive la duchessa nell’incipit del suo racconto –. Prepari la colazione, dai da mangiare ai cani. Prendi le vitamine. Trovi quel calzino mancante. Raccogli il pastello canaglia che è rotolato sotto il tavolo (…)“.

Tutto sarebbe accaduto in una giornata come tante, alle prese con le normali faccende domestiche. Poi l’irreparabile. Dopo aver cambiato il pannolino al piccolo Archie, Meghan Markle avrebbe avvertito che qualcosa non andava: “Ho sentito un forte crampo.

 Mi sono lasciata cadere a terra con lui tra le braccia, canticchiando una ninna nanna per farci stare entrambi calmi, l’allegra melodia in netto contrasto con la mia sensazione che qualcosa non andasse bene. Sapevo, mentre stringevo il mio primogenito, che stavo perdendo il secondo“.

Meghan Markle e Kate Middleton, duchesse a confronto: chi è la più ricca?

Il dolore dei Sussex dopo la perdita del figlio

La nascita del loro piccolo Archie ha restituito alla coppia una luce nuova. Ma il dolore per la perdita del secondo figlio avrebbe colpito così duramente il cuore di Harry e Meghan al punto da renderli quasi incapaci di condividerlo immediatamente, fino a custodirlo per mesi prima della rivelazione al mondo intero.

Ore dopo – prosegue la duchessa nel suo racconto su quanto accaduto dopo l’aborto –, giacevo in un letto d’ospedale, tenendo la mano di mio marito.

 Sentii l’umidità del suo palmo e gli baciai le nocche, bagnate da entrambe le nostre lacrime. Fissando le fredde pareti bianche, i miei occhi erano vitrei. Provavo a immaginare come saremmo guariti…”.

Meghan Markle: il primo passo verso la rinascita

Meghan Markle ha poi ripercorso un particolare episodio che l’ha colpita molto, diventato virale in poche ore, e che le sarebbe tornato alla mente proprio durante il suo ricovero.

Ho ricordato un momento dell’anno scorso in cui Harry e io stavamo finendo un lungo tour in Sudafrica. Ero esausta. Stavo allattando nostro figlio neonato e stavo cercando di mostrarmi forte al pubblico, come se nulla fosse. ‘Stai bene?‘, mi chiese un giornalista. Gli risposi onestamente, non sapendo che ciò che avevo detto avrebbe avuto una tale risonanza su tante neo mamme e su chi, a modo suo, soffre in silenzio. La mia risposta improvvisata sembrava dare alle persone il permesso di dire la loro verità.

 Ma non fu il mio rispondere onestamente ad aiutarmi, quanto la domanda in sé….”.

Il fatto richiamato dalla duchessa risale al 2019. Durante un’intervista rilasciata a Tom Bradby per ITV, si stupì proprio dell’attenzione del cronista al suo stato di salute, sottoposta com’era alla pressione mediatica per il suo ruolo nella Royal Family e al cambiamento della sua vita di donna con la gravidanza: “Grazie per avermelo chiesto – aveva risposto lei –. Non molte persone mi chiedono se sto bene“.

Seduta in quel letto d’ospedale – ha aggiunto nel suo articolo sull’aborto -, guardando il cuore di mio marito spezzarsi nel tentativo di trattenere i frantumi del mio, mi sono resa conto che l’unico modo per iniziare a guarire è chiedere ‘Stai bene?’“.

Approfondisci

Meghan Markle fa infuriare i sudditi: l’affronto alla regina

Harry e Meghan, la tata di Archie in fuga dopo 15 giorni

Royal Wedding di Harry e Meghan: anniversario con immagini mozzafiato