primo piano lapo elkann

Lapo Elkann torna ad avere guai giudiziari, nati dopo un controllo durante il quale è stato trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina. Il rampollo di casa Agnelli si trovava a Portofino, dove era stato fermato poco prima per eccesso di velocità. I fatti risalirebbero allo scorso settembre e per loro la pm della Procura di Genova avrebbe chiesto l’archiviazione.

Lapo Elkann, dopo l’incidente a Tel Aviv nel 2019, avrebbe fatto alcune dichiarazioni sulla sua volontà di lasciarsi alle spalle i problemi del passato, confidando anche episodi traumatici della sua vita e dichiarando di voler cambiare corso e diventare un’altra persona.

Lapo Elkann indagato per detenzione di stupefacenti

A raccontare i fatti, avvenuti lo scorso 12 settembre, è Il Fatto Quotidiano. Lapo Elkann si sarebbe trovato sul lungomare di Portofino, durante delle vacanze con un amico in Liguria. I carabinieri l’avrebbero fermato per eccesso di velocità, dato che Elkann sfrecciava ben al di sopra del limite consentito con una Ferrari. Sarebbe seguita una multa, poi l’erede di Agnelli si sarebbe diretto a Rapallo, dove avrebbe incontrato un amico nel centro città.

Lì sarebbe stato fermato una seconda volta dai carabinieri, i quali avrebbero trovato 3-4 grammi di cocaina di cui Elkann avrebbe provato a disfarsi.

L’accusa per lui è detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La pm Silvia Saracino ha chiesto però l’archiviazione, motivata dalla considerazione del magistrato che la cocaina sarebbe stata detenuta per consumo personale. Dopo la perquisizione nella sua suite all’Hotel Splendido sono partite le indagini, ma Lapo Elkann non sarebbe stato sottoposto a misure cautelari.

Lapo Elkann, un personaggio controverso

Lapo Elkann, 43 anni, è stato più volte al centro della cronaca per episodi riguardanti il suo consumo di droghe, alimentando l’immagine di sé così dibattuta.

L’imprenditore e filantropo ha fatto scandalo dopo aver finto il rapimento a New York nel 2016, dopo un festino durato almeno due giorni durante i quali avrebbe dato fondo alle sue disponibilità economiche.

Questo dopo anni in cui è stato vittima di problemi di tossicodipendenza, per cui ha rischiato più volte la vita. Una di queste è stata l’incidente a Tel Aviv, che lo ha portato al coma, dopo il quale Lapo Elkann ha dichiarato di voler dedicarsi maggiormente alla sua fondazione benefica, con cui ha sostenuto diverse onlus, dalla Croce Rossa al Banco Alimentare.

Approfondisci:

TUTTO su Lapo Elkann

Lapo Elkann, il commovente ricordo per lo zio Edoardo Agnelli: “Il mio angelo custode”