angela chianello in primo piano

Fino a un anno fa, Angela Chianello era una persona sconosciuta ai più, occupata nei suoi quotidiani impegni da casalinga e totalmente estranea al mondo dello spettacolo. È bastata una sua apparizione all’interno di un servizio del programma Pomeriggio Cinque, perché tutti la conoscessero come “Angela da Mondello”.  Molte le critiche e altrettante le proposte di collaborazione da lei ottenute negli ultimi mesi. Una di queste, tuttavia, non sembrerebbe essersi conclusa nel migliore dei modi.

La proposta di Lele Mora ad Angela da Mondello

Intervistata ai microfoni di Gossipetv, Angela Chianello ha raccontato di come gli ultimi tempi siano stati tutt’altro che semplici per lei.

Quella che si presentava come una vantaggiosa collaborazione con Lele Mora, infatti, si è in realtà rivelata assai deludente. Mi ha ingannata, mi ha usata ha riferito nel corso dell’intervista.

A contattare la donna era stato proprio l’agente delle star, che dopo averla invitata a Milano, le aveva fatto firmare quello che sembrava essere a tutti gli effetti un contratto, promettendole numerosi lavori. L’incontro era stato documentato da Mora stesso, che aveva postato una storia con lei annunciando di esserne diventato l’agente.

Angela si era vista così assicurare la possibilità di essere rappresentata dall’uomo che sembrava già avere in programma numerose serate e partecipazioni ai programmi di Barbara d’Urso, nonché la promozione della sua prima canzone e uno spot per prodotti di sanificazione.

La scoperta dopo il rientro a casa

Tornata in Sicilia dopo la firma del contratto, Angela Chianello aveva continuato a sentire Lele Mora. “Mi diceva di non preoccuparmi e di aspettare, che era tutto fermo per il Coronavirus ha riferito ricordando quanto l’agente le avrebbe detto. Tuttavia, nel tempo non sarebbe arrivata alcuna proposta di attività.

Dubbiosa sulla situazione, la Chianello si era poi rivolta al suo avvocato mostrandogli il contratto firmato con Mora. “Il mio legale subito mi ha detto che dalle carte non risultava che Lele Mora fosse il mio agente ha raccontato la donna dicendosi spiacevolmente stupita per quanto emerso dal confronto con il professionista.

A quanto ha spiegato, Angela avrebbe firmato un accordo con un’agenzia non strettamente legata alla figura del noto manager dei vip.

Il confronto con Lele Mora

Angela ha poi aggiunto di essersi sentita delusa e di voler lavorare in maniera onesta.

Per questo motivo, in seguito al colloquio con il suo legale avrebbe chiamato immediatamente Lele Mora dicendogli di sentirsi truffata da lui.

“Angioletta io ho firmato così, tanto per, è l’agenzia che gestisce la tua immagine” sarebbe stata la risposta di Mora.

Dopo la già amara ipotesi di inganno, Angela ha raccontato di aver contattato immediatamente l’agenzia di cui parlava il manager chiedendo l’immediato annullamento del contratto. Ciò non sarebbe tuttavia ancora stato possibile e Angela si trova in una situazione di attesa che la preoccupa molto, senza peraltro aver mai ottenuto alcun tipo di offerta lavorativa.

I problemi famigliari: “Io non vivo più”

Angela Chianello ha concluso la sua intervista ammettendo di trovarsi in un momento di grandi difficoltà. Io non vivo più. Per questa situazione ho avuto una discussione con mio marito che ha avuto un infarto ammette, aggiungendo che il cuore dell’uomo sta perdendo parte delle sue funzionalità. Costretto ad assumere quotidianamente farmaci e a sottoporsi a continui esami, l’uomo non è il solo al fianco di Angela che parla anche dell’ “amicizia onesta e sincera” con Daniele Pompili (ex di Floriana Secondi). Proprio lui contatta ogni giorno la donna, per avere notizie su suo marito e sulla sua situazione con l’agenzia.

Momentaneamente lontana dai riflettori, Angela ha lanciato un ultimo appello a Barbara d’Urso. Ricordando la lotta della conduttrice “contro la violenza e il bullismo” la donna chiede di poter parlare pubblicamente di quanto le sta accadendo. “Sono davvero stanca”, ha aggiunto.

Approfondisci

Angela Chianello: vittima inconsapevole di una televisione-circo