Laura-Pausini-Instagram

Laura Pausini è una delle cantautrici italiane più apprezzate in Italia e nel mondo. È nota al grande pubblico da quando, nel 1993, vinse il Festival di Sanremo nella categoria ‘nuove proposte’ con il brano La solitudine. Da allora la sua carriera musicale è stata in continua evoluzione, permettendole di conquistare anche il pubblico dell’America Latina, degli Stati Uniti e dell’Europa intera. Questa notte ha vissuto il sogno di esibirsi per l’Oscar cantando il brano Io sì, colonna sonora de La vita davanti a sé.

Laura Pausini: dal coro della chiesa al successo internazionale

Laura Pausini nasce a Faenza il 16 maggio del 1974.

Di cultura cattolica e molto credente ancora oggi, il catechismo e l’oratorio fanno parte della sua infanzia. Canta nel coro della chiesa e nel tempo libero si diletta a duettare con il padre Fabrizio nelle serate di piano-bar. La sua prima esibizione in pubblico risale a quando aveva solo 8 anni. Laura ha rivelato, allo speciale Rai Stasera Laura del 2014, che proprio in quell’occasione, in un ristorante di Bologna, conobbe il suo primo ammiratore famoso: Lucio Dalla.

Nel corso dell’adolescenza partecipa a diversi concorsi canori in Emilia Romagna e nel 1991 arriva la sua grande occasione.

Dopo aver superato le selezioni per il Festival di Castrocaro, il produttore Marco Marati rimane molto colpito dalla sua voce, tanto da decidere di portarla al Festival di Sanremo del 1993. 

Durante quell’edizione, vince la sezione giovani con il brano La solitudine. L’anno successivo Strani amori si classifica al 3º posto nella stessa competizione e porta a casa il suo primo record: essere la cantante con le maggiori vendite del Festival 1994. Da allora per Laura Pausini la carriera è stato un susseguirsi di successi, l’ultimo dei quali la vedrà tra i protagonisti della 93esima edizione degli Oscar.

Laura Pausini: una vita privata strettamente connessa a quella lavorativa

Sin dagli esordi, la vita privata e lavorativa di Laura Pausini si sono intrecciate. Il suo primo amore fu Alfredo Cerruti Jr., manager della cantante, con il quale condivise quasi 10 anni di relazione. I 2 furono legati dal 1993 al 2001 e, come raccontato da lei stessa in un’intervista a Vanity Fair, dopo la rottura cadde in depressione.

Ne seguì un periodo di ricerca di spensieratezza, di serate in discoteca e di amicizie maschili che però la portarono a capire, ancor più chiaramente, che il suo desiderio più profondo era quello di legarsi ad un uomo e costruirsi una famiglia.

Tra il 2002 e il 2004, nella speranza di aver trovato quello giusto, si lega al suo nuovo manager Gabriele Parisi. Dal punto di vista lavorativo la collaborazione è eccezionale mentre a livello sentimentale la relazione non dura.

La rottura con Gabriele Parisi è pesantissima. E ancor più pesante sarà accettare l’amore che nascerà tra lei e il musicista Paolo Carta nel 2005. Il musicista proprio in quell’anno aveva iniziato a collaborare con Laura Pausini, quando, dopo un concerto a Parigi, i 2 si diedero il loro primo bacio.

Per la cantante non fu facile abbandonare le paure e lasciare che il sentimento tra loro crescesse perché il chitarrista era sposato ed aveva 3 figli: Jacopo, Joseph e Jader. 

Nonostante ciò, l’amore tra i 2 è riuscito a sbocciare, e i due insieme festeggiano la nascita della loro figlia Paola nel 2013. In un’intervista a Verissimo la cantante ha parlato lungamente della sua splendida relazione con il chitarrista Paolo Carta. “Non abbiamo mai avuto alti e bassi, siamo sempre stati uniti e complici. Da quando c’è Paola a me sembra ancora più affascinante. Sono contenta che lei abbia un babbo così, speciale e buono“.

Rumors intorno a Laura Pausini: dalla maternità alle uscite di Alda D’Eusanio

Laura Pausini è sempre stata piuttosto discreta riguardo alla sua vita privata ma, data la sua grande fama, questo non le è bastato ad evitare rumors, gossip e critiche. La celebre cantante è stata attaccata più volte sui social da haters che la criticavano per il suo aspetto fisico.

Inoltre, non è un segreto, che per Laura Pausini non sia stato facile riuscire a rimanere incinta. Negli anni precedenti alla nascita di Paola, era capitato più volte che venissero diffuse false notizie rispetto a presunte gravidanze della cantante. Rumors che l’hanno sempre fatta molto soffrire.

Dopo oltre 7 anni di relazione, la Pausini è rimasta incinta. L’entusiasmo dei fan e la gioia della cantante furono interrotti solo dalle dichiarazioni al vetriolo di Rebecca Galli. L’ex compagna del chitarrista, la definì egocentrica ed egoista oltre a sottolineare il fatto che, almeno sulla carta, lei e Paolo erano ancora marito e moglie. 

Nonostante ciò, la coppia va avanti ancora oggi più unita e innamorata che mai. Nulla sembra scalfirli, neanche le pesantissime accuse che l’ex concorrente del Grande Fratello Vip Alda D’Eusanio aveva insinuato nei confronti del marito. La conduttrice, immediatamente espulsa dal reality proprio a causa di quei fatti, ha poi chiesto pubbliche scuse alla cantante. 

Laura Pausini e il sostegno ai diritti della comunità LGBT

Laura Pausini non si è mai risparmiata nel sostegno alla comunità LGBT. Già durante la conferenza stampa di presentazione dell’album Simili nel 2015 a Miami aveva affermato: “Non mi sposo finché non potrà farlo la mia amica lesbica“.

Le occasioni per tornare sull’argomento non sono mancate: ne parlò anche durante un’intervista doppia alle Iene insieme al suo caro amico e collega Biagio Antonacci.

Ultimamente, dopo la nota della Congregazione della Dottrina della Fede, nella quale la Chiesa ha dichiarato che le benedizioni per le coppie gay non sono lecite non è piaciuta a moltissimi personaggi noti. Oltre a Fedez, Elodie ed Elton John anche Laura ha dichiarato al Corriere della sera: “Il Papa? Non credo sia il suo pensiero. Le persone omosessuali hanno diritto di essere in una famiglia, sono figli di Dio come tutti gli essere umani che vogliono amarsi. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo“.

Approfondisci

Miglior canzone originale ai Golden Globe 2021: questo è l’anno d’oro di Laura Pausini

Laura Pausini volerà da sola negli USA per la notte degli Oscar: il messaggio alla figlia Paola

I ringraziamenti a Edoardo Ponti e Sophia Loren: ‘Volevo quasi smettere’