Chi è

Stefano Accorsi: tutti gli amori e la carriera dell’attore che racconta anche quei momenti difficili

La vita privata e la carriera dell'attore Stefano Accorsi: scopri tutto di uno dei protagonisti di Celebrity Hunted
stefano accorsi

L’attore bolognese Stefano Accorsi è uno dei concorrenti della caccia all’uomo della serie tv di Prime Video. La nuova stagione di Celebrity Hunted vedrà Accorsi alle prese con la fuga da una squadra di intrepidi detective che si metteranno senza sosta alle sue calcagna.

La carriera di Stefano Accorsi: dalla pubblicità al successo sul grande schermo

Stefano Accorsi è un attore nato a Bologna il 2 marzo del 1971. Vanta una lunga carriera iniziata quasi per caso quando nel 1994 prende parte ad una pubblicità del gelato diventata poi iconica.

Nel video si vedeva Accorsi alle prese con un inglese non proprio british nel quale chiudeva la scena con il tormentone Du gust is megl che uan.

In seguito a questa esperienza inizia a dilettarsi in alcuni film trovando poi il favore del pubblico prima nel film di Luciano Ligabue dal titolo Radiofreccia, dove recita da protagonista, e successivamente si consacra prendendo parte al cast del film di Gabriele Muccino L’ultimo bacio, dove divide il set con una delle donne della sua vita Giovanna Mezzogiorno.

Vanta una collaborazione speciale con il regista turco e naturalizzato italiano Ferzan Özpetek che lo inserisce nel cast di Le fate ignoranti e Saturno contro nei primi anni 2000 e poi La dea fortuna nel 2019.

Dopo aver preso parte al secondo lavoro con Gabriele Muccino dal titolo Baciami ancora prende parte ad alcune pellicole francesi facendosi apprezzare anche oltralpe. Negli ultimi anni di carriera si sperimenta anche come sceneggiatore quando da una sua idea vengono poi sviluppate le tre serie tv di Sky che raccontano l’Italia agli inizi degli anni novanta in piena Tangentopoli: 1992, 1993 e 1994.

La vita privata di Stefano Accorsi: tutti gli amori e i figli

La vita privata di Stefano Accorsi vede relazioni importanti con alcune donne provenienti dal mondo dello spettacolo.

L’attore è infatti stato legato prima all’attrice Giovanna Mezzogiorno a cavallo degli anni 2000 e successivamente alla bellissima modella francese Laetitia Casta sin dal 2003. La loro storia d’amore è stata sotto i riflettori per 10 anni durante i quali Accorsi è andato a vivere a Parigi. Insieme hanno avuto due figli: Orlando nel 2006 e Athena nel 2009. Nel 2013 termina il loro legame e l’attore ritorna single. Successivamente Accorsi si lega a Bianca Vitali, si sposa con la modella nel novembre del 2015 e insieme hanno due figli: Lorenzo, nato nel 2017, e Alberto nato lo scorso anno in agosto.

Negli scorsi mesi, dopo la nascita di Alberto, aveva raccontato a Silvia Toffanin come andavano le cose a casa: “Il 28 agosto è nato Alberto: noi l’assembramento ce l’abbiamo a casa. Ogni volta è sorprendente come la vita che accogli ha le sue regole: ha già il suo mondo, il suo imprinting.

L’anno prossimo faccio 50 anni, il mio primo figlio Orlando ne ha 14. Adesso cambia, da un lato sei più abituato, quindi come in certi film io posso cambiare un pannolino senza guardare, dall’altro è chiaro che ti stanchi di più, ma in proporzione meno perché riesci a dosare meglio le energie“.

Stefano Accorsi e la terapia

Ho fatto una terapia familiare, anche se ci andavo solo io”, aveva raccontato a cuore aperto Stefano Accorsi durante una puntata di Verissimo. “È un dialogo atto a renderti emancipato rispetto alla terapia stessa. Era un momento complicato, però mi ha aiutato molto anche a rendermi conto che forse mi ero dedicato tantissimo alla mia professione e molto meno a me stesso. All’inizio ero titubante perché la nostra cultura ci fa sembrare strano andare in terapia, invece mi ha aiutato tantissimo“.

E ancora: “Prima vedevo dei problemi, a un certo punto i problemi hanno cominciato a diventare delle opportunità. Quando in Francia avevo iniziato a vivere e lavorare lì e dall’Italia non mi arriva più niente, mi sono reso conto che mi ero chiuso molto rispetto al mio Paese. Allora da lì ho cominciato a scrivere“.

Potrebbe interessarti