Politica

Elezioni Presidente della Repubblica, le reazioni del centro-sinistra alla rosa dei nomi del centro-destra

Il centro-sinistra ha reagito ai nomi proposti dal centro-destra per la corsa al Quirinale. Enrico Letta e Giuseppe Conte hanno riferito le loro opinioni sulla rosa.
Elezioni Presidente della Repubblica, le reazioni del centro-sinistra alla rosa dei nomi del centro-destra

Il tanto atteso annuncio della rosa dei nomi proposti dal centro-destra per la corsa al ruolo di Presidente della Repubblica è arrivato proprio in questi istanti. I nomi pronunciati da Matteo Salvini erano in parte stati anticipati dalle previsioni avanzate dalle testate italiane in questi giorni. Ora si guarda alle reazioni delle altre fazioni politiche. Alcuni esponenti hanno già espresso i loro commenti.

I nomi del centro-destra per il Quirinale e le reazioni del centro-sinistra: parla Letta

Il centro-destra si è detto compatto nella scelta dei nomi comunicati per la corsa al Colle, nel corso della conferenza stampa.

Il filosofo e accademico Marcello Pera, il magistrato Carlo Nordio e la politica Letizia Moratti sono ufficialmente fra i papabili a ricoprire il ruolo di Presidente della Repubblica. Il loro annuncio è stato seguito dai primi commenti da parte delle fazioni avversarie. La prima reazione del centro-sinistra è quella di Enrico Letta, che pochi istanti prima delle 17 ha dichiarato che si tratta di “nomi sicuramente di qualità. “Li valuteremo senza spirito pregiudiziale” ha aggiunto parlando con i giornalisti in Transatlantico, spiega TgCom24.

“Abbiamo intenzione di muoverci di comune accordo con gli alleati.

Mi fido di Conte, senza nessun dubbio” ha inoltre aggiunto.

Giuseppe Conte reagisce ai nomi proposti dal centro-destra per la corsa al Colle

L’ex premier Giuseppe Conte si è espresso a sua volta sulla questione del successore di Sergio Mattarella.

Ai giornalisti che gli hanno domandato cosa ne pensasse della candidatura di Mario Draghi, ha risposto così: “Abbiamo affidato al timoniere una nave che è ancora in difficoltà, ma non ci sono le condizioni per cambiare e il timoniere non può lasciare”.

In merito alle proposte del centro-destra ha invece dichiarato: “Ci riserviamo di fare una valutazione, ma che nessuno vanti un diritto di prelazione a eleggere il Capo dello Stato”.

“Il M5s non dà patenti di legittimità a nessuna forza politica. Sono i cittadini che attribuiscono queste patenti, quindi il centro-destra ha il dovere e diritto di presentare proposte” ha aggiunto.

Potrebbe interessarti