angelo borrelli primo piano

L’Italia è in prima linea, dai vertici politici al singolo cittadino, per contrastare la diffusione del Coronavirus. Di ieri la valutazione dell’emergenza a livello globale da parte dell’OMS che si è espressa dichiarando lo stato di “pandemia. Sempre di ieri sera le parole di Giuseppe Conte sulle nuove misure di sicurezza estese a tutta Italia e la decisione sulla chiusura di tutte le attività che non offrono servizi essenziali.

Di questi momenti i nuovi dati aggiornati sul contagio. Il bollettino di Angelo Borrelli, il capo del Dipartimento della Protezione Civile.

Coronavirus, il bilancio del contagio in Italia

Sono le settimane più difficile per l’Italia che si trova a dover contrastare la proliferazione del Coronavirus. Di questi momenti gli ultimi aggiornamenti sulla situazione da Nord a Sud. Per quanto riguarda le persone guarite dal Covid-19, oggi il numero è salito a quota 1258, con la registrazione di 213 nuovi casi. Sale ancora il numero delle persone decedute, oggi 188, che vanno ad aggiungersi agli 827 decessi totali registrati sino a ieri per un totale di 1015 morti. Come specificato da Borrelli, dall’inizio dell’epidemia, analizzando l’identikit delle vittime, il 98% delle persone decedute aveva più di 68 anni e nel 67% dei casi, presentava patologie pregresse.

Cresce ancora, di giorno in giorno, il numero delle persone risultate positive al Covid-19. Dal dato diffuso ieri, che contava all’appello 10.045 persone contagiate, oggi risultano essere in totale 12.839, con la registrazione di nuovi 2.214 casi. Di questi, 5.036 si trovano in isolamento domiciliare, 1153 ricoverati in terapia intensiva e 6650 ricoverati in ospedale.

Il sordo risveglio dell’Italia

Un risveglio del tutto straniante per l’Italia che questa mattina, per la prima volta, si è risvegliata con le serrande abbassate.

Chiuse infatti, per decisione del Governo, tutte le attività che non offrono un servizio essenziale al cittadino che è stato richiamato a non muoversi di casa se non in caso di stretta necessità. Aperti invece supermercati, negozi alimentari, farmacie e banche. Sempre di ieri sera la decisione di Giuseppe Conte di nominare un nuovo commissario per l’emergenza Covid-19, scelta ricaduta su Domenico Arcuri che sarà in assoluto una figura chiave in questo momento di difficile gestione dell’emergenza.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Il Coronavirus spaventa gli Usa: Trump blocca i voli dall’Europa per un mese

Coronavirus, è pandemia: che cos’è e cosa accade ora