il principe carlo in primo piano mentre scenda da una macchina

Secondo notizie che filtrano in questi momenti, sembrano esserci buone novità dal Regno Unito che riguardano il principe Carlo, risultato positivo al Coronavirus la settimana scorsa dopo aver accusato lieviti sintomi febbrili.

Principe Carlo guarito dal Covid-19

Una notizia che aveva fatto al principio allarmare molti alla luce dei numerosi impegni e incontri a cui aveva preso parte il principe Carlo prima di risultare positivo al tampone per Covid-19 e che soprattutto aveva fatto temere per la Regina Elisabetta. Sin dal primo istante il sospetto infatti che inavvertitamente il principe Carlo, ancora asintomatico, fosse entrato in contatto con la madre e il principe Filippo, entrambi in avanti con l’età e in fragili condizioni di salute parlando di Filippo.

Fortunatamente però, ogni nefasta previsione sembra si sia avverata.

I messaggi in sostegno del principe

Anzi, la Regno Unito filtrano come dicevamo, liete novelle: il principe Carlo, 71 anni all’anagrafe, sarebbe guarito dal Coronavirus e non si troverebbe più in auto-isolamento, come era stato deciso al momento della sua positività nella tenuta dove si trovava insieme, ma non a contatto, con la moglie Camilla, negativa al tampone.

Non si placa però la polemica attorno a questa specifica notizia con il popolo inglese insorto, lamentatosi per l’inefficacia sanitaria che permetterebbe tamponi a casi di lieve gravità, come nel caso del principe Carlo, per poi negarli invece ai comuni cittadini se non in condizioni compromesse.

Intanto, a poche ore dal risultato positivo del tampone e dalla pubblicazione della notizia, sempre il principe Carlo aveva voluto rassicurare i tanti in apprensione per lui: “Grazie per tutti i vostri messaggi ‘Guarisci presto’ per Sua Altezza Reale.

È enormemente toccato dalle vostre parole gentili“.

Approndisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, parla il Comitato Scientifico: “Chiudendo le scuole abbiamo salvato l’Italia”

Coronavirus, Burioni: “Tutti dovremo portare una mascherina”