Vittorio Sgarbi con la mascherina a Live non è la d'Urso

Vittorio Sgarbi torna negli studi di Live – Non è la d’Urso, a una settimana dall’incidente che lo ha visto quasi annegare in Albania. Il critico più famoso d’Italia è ospite in studio per affrontare le cinque sfere, il motivo? La polemica che l’ha visto protagonista sul suo non voler indossare la mascherina.

Provocatorio come sempre, Sgarbi è entrato in studio con indosso una mascherina gialla con sopra una capra, la conduttrice ridendo gli ha detto: “Già hai sbagliato perché non la tieni sul naso“.

Carmelo Abbate ringrazia Sgarbi

Stasera non voglio litigare con te quindi mi astengo dal commentare, altrimenti poi devi tornare con le rose” ha scherzato la conduttrice.

Carmelo Abbate è il primo a rivolgersi a Vittorio Sgarbi: “Per fortuna esisti, per fortuna c’è qualcuno che ha portato il dissenso in parlamento” ha detto, soprattutto in riferimento all’indossare la mascherina.

Sgarbi esplode sulle mascherine

Carmelo ha trovato però un dissenso da parte della conduttrice e negli altri ospiti in studio. “L’unico garante, che è Borrelli, ha detto Io non porto la maschera perché mantengo le distanze, quindi io non la porto“.

Successivamente, dopo un duro scontro con Klaus, Sgarbi si è messo a cercare sul suo smartphone ulteriori prove fino ad andare dalla stessa d’Urso senza mascherina: “Tu mi sei venuto vicino senza mascherina e mi hai messo a rischio” gli ha detto.

La polemica ha continuato con toni più accesi “Non può prendere un caffè perché quattro balordi l’hanno multata” in riferimento alla questione dello scontro tra la conduttrice e la Gurdia di Finanza per la mascherina non indossata. “Erano 9 in realtà ma, caro Vittorio sulle mascherine ti do ragione però non è possibile parlare con te.

Basta che una persona dica una cosa contraria alla tua tu attachi”. Sgarbi poi si è scusato, soprattutto con Klaus dicendo: “Io ero venuto qua per parlare di mia figlia. (..) Non volevo litigare con nessuno“.

Il collegamento con Alba

Il discorso è poi virato sull’incidente di Sgarbi in Albania dove il critico ha quasi rischiato di annegare, se non fosse stato per l’intervento della figlia e di due operatori della struttura.

La giovane ha raccontato quanto accaduto quel giorno: “Gli ho detto, ok papà ti accompagno.

Non ci aspettavamo che la prima onda lo prendesse e poi la seconda, così gli ho dato una mano“. Poi Sgarbi ha raccontato di essere uscito senza occhiali e senza costume, “Comunque Sgarbi, tu sei l’unico che riesce a rischiare di annegare a 30 cm“.