gabriel garko e manuela arcuri

Manuela Arcuri rompe il silenzio sull’argomento che ha segnato l’ultima puntata del Grande Fratello Vip, e molte altre trasmissioni a seguire. L’attrice ha infatti commentato il coming out di Gabriel Garko, con il quale è stata legata sentimentalmente per qualche tempo, e mette a tacere anche le recenti speculazioni sull’Ares Gate, scandalo sulla una casa produttrice specializzata in fiction, supposta sede di una setta che avrebbe costretto gli attori a seguire estenuanti regole di comportamento.

Manuela Arcuri: “Con Garko nessuna finzione”

Dopo le dichiarazioni di Garko ad Adua Del Vesco, molte sono state le reazioni da parte di amici e colleghi e l’argomento è stato anche affrontato dalla stessa gieffina con i coinquilini della Casa.

Ora a parlare è un’altra ex dell’attore, con cui ci sarebbe stata una liaison durante le riprese de Il peccato e la vergogna.

Mai costruito un flirt a tavolino, la mia relazione con Gabriel Garko era vera“, dichiara Manuela Arcuri, come riporta Dagospia. Ora sull’ex dichiara: “Spero che sia un uomo più felice e più libero, magari lo avesse fatto prima“.

L’Ares Gate: “Falsità”

L’attrice si spinge molto più oltre commentando l’Ares Gate, portato alla luce da Adua Del Vesco e Massimiliano Morra.

Lei, che con la casa di produzione ha fatto fiction per 15 anni, nega tutto: “Sono stata in silenzio perché volevo capire fino a che punto arrivasse questa follia. Non ho mai sentito in vita mia tante falsità come in questi giorni“, ha dichiarato.

E sulle ammissioni dei due attori al Grande Fratello Vip, dichiara: “Io non posso neanche pensare che le persone non abbiano riconoscenza nella vita. Essere riconoscenti è un dovere.

È una questione di rispetto, quando una persona ti dà tanto non puoi voltargli le spalle così“.

Alberto Tarallo un “uomo protettivo”

Manuela Arcuri continua scagionando completamente Alberto Tarallo, il produttore cinematografico dietro a fiction come Il Bello delle Donne, L’Onore e il Rispetto e Il peccato e la vergogna. Nessuna setta, dichiara, anzi “Io ho solo visto tanta generosità di Alberto Tarallo. Un grandissimo produttore che ha creato attori totalmente sconosciuti che venivano dal nulla. Li ha creati, formati, gli ha dato un nome e li ha fatti lavorare“.

Arcuri nega di aver mai subito qualsiasi costrizione relativamente alla sua vita privata: “Al massimo mi davano dei consigli, come può fare qualsiasi persona con cui lavori e cerca di proteggerti. Alberto è sempre stato un uomo molto protettivo, ti voleva aiutare sotto tutti questi aspetti. Non ha mai puntato una pistola alla tempia a nessuno“.

Approfondisci:

AresGate, tra verità e smentite: ora parla Maria De Filippi

Manuela Arcuri: mamma felice e pronta per un nuovo ruolo da “cattiva”