Cronaca dal Mondo

La decisione del Principe Carlo: i figli di Harry e Meghan non avranno i titoli. Non saranno mai principi

La decisione riguarderebbe un problema pratico, ma dietro ci sarebbero anche gli attriti dell'ultimo anno
Il principe Carlo non darà il titolo di principi ai figli di Harry e Meghan

Il Principe Carlo non concederà il titolo di principe e principessa ad Archie e Lilibet, i figli di Harry e Meghan. La decisione sarebbe stata già presa, e se così fosse, per i figli dei duchi di Sussex non ci saranno più speranze per un titolo: la legge infatti stabilisce che ci possono essere solo un tot tra principi e principesse per ogni sovrano, per limitare un numero eccessivo di membri senior della famiglia Reale e se Carlo non glielo concederà, nessun altro potrà farlo.

La decisione del principe di Galles ed erede al trono di Inghilterra, resa nota da una fonte di palazzo, è stata vista dai tabloid come una ripicca nei confronti dei duchi ribelli Harry e Meghan e le interviste dove hanno fatto dichiarazioni contro la Royal Family.

Il principe Carlo taglia i titoli ai membri della famiglia reale

Il Principe Carlo già da tempo ha un’idea di come intende portare avanti l’istituzione della Corona britannica quando verrà il suo momento. In passato aveva detto che avrebbe fatto di tutto per rendere la monarchia meno imponente e più adatta ai tempi che si stanno vivendo; un esempio?

Lasciare Buckingham Palace come luogo di cultura e quindi visitabile (anche per permettere opere di restauro costose), vivere a Clarence House e usare Buckingham come “ufficio” e residenza per gli eventi e gli incontri ufficiali.

Il Principe Carlo, sempre su questa linea, si è reso conto che ad oggi il popolo britannico è cambiato, come riferito da una fonte di palazzo al Daily Mail, Carlo “Ha capito che la popolazione non vuole pagare per un’istituzione troppo numerosa e il balcone di Buckingham Palace rischia di crollare perché troppo affollato“.

Ecco perché i figli di Harry e Meghan non avranno mai il titolo di principi

Proprio per una questione di “cambio d’immagine” il Principe Carlo ha deciso di rimettere mano alle leggi promosse da Giorgio V nel 1917 chiamate Letters Patent, nelle quali è stato stabilito che solo i figli del sovrano, i figli di questi ultimi e i figli del maggiore dell’erede al trono, abbiano diritto al titolo.

In realtà, tra i figli di William, solo George avrebbe avuto diritto al titolo di Principe, i fratelli no, è stata la Regina Elisabetta a far sì che si estendesse il titolo anche a Charlotte e Louis.

Date che le regole sono chiare, come anche la volontà del Principe Carlo di rendere la monarchia più vicina ai tempi attuali, i figli di Harry e Meghan potrebbero non avere diritto al titolo.

Pur se i genitori hanno scelto di lasciare il loro ruolo di membri Senior della famiglia, e con essi tutti i diritti e privilegi, per vivere come Commoner negli Stati Uniti, sia Archie sia Lili avrebbero potuto ricevere il titolo da nonno Carlo. I più cinici e, ovviamente, i tabloid britannici hanno commentato la decisione di Carlo come spinta da un desiderio di rivalsa nei confronti dei duchi ribelli non tanto per la Megxit quanto per le dichiarazioni contro la Royal Family sia nell’intervista a Oprah sia nel programma sulla salute mentale promosso dal principe Harry.

In ogni caso, si tratta principalmente di voci non verificate, bisognerà attendere per sapere se il Principe Carlo porterà fino in fondo questo progetto. Chissà che Carlo non affronti la questione con i figli quando si ritroveranno il prossimo 1 luglio 2021 a Londra per inaugurare la statua dedicata a Lady Diana, per quello che sarebbe stato il suo 60esimo compleanno.

Potrebbe interessarti