Politica

Corsa al Quirinale, seconda giornata di votazioni conclusa e quorum non raggiunto: il riassunto della giornata

La seconda giornata di votazioni per la corsa al Quirinale si è conclusa con il mancato raggiungimento del Quorum. Oggi sono emersi i nomi proposti dal centro-destra.
Corsa al Quirinale, seconda giornata di votazioni conclusa e quorum non raggiunto: il riassunto della giornata

Anche la giornata di oggi è stata molto intensa per il Quirinale. Oltre alla seconda votazione infatti, in queste ore si è molto parlato delle candidature avanzate da parte del centro-destra, nel corso della conferenza stampa tenuta da Salvini, Tajani e Meloni. Dopo aver commentato le proposte della fazione avversaria, il centro-sinistra si è riunito a sua volta rendendo note le intenzioni del gruppo sulle nomine dei candidati.

Seconda votazione per il Presidente della Repubblica conclusa: quorum non raggiunto

Anche la seconda giornata di votazione per eleggere il Presidente della Repubblica si è conclusa con una “fumata nera”.

La somma di schede nulle, bianche e voti isolati impedisce il raggiungimento del quorum di 673 voti. Come già avvenuto nella giornata di ieri, i nomi emersi nel corso dello spoglio sono assai vari e non includono solamente volti della politica. Fra i “nuovi ingressi di oggi”, ci sono Massimo D’Alema e Guido Bertolaso. Oltre a loro sono stati pronunciati i nomi di Alessandro Zan, di Giorgio Agamben, di Massimo Giletti e Fulvio Abbate. Tornano anche oggi le schede riguardanti Amadeus e Alberto Angela. Votato anche Gianni Letta. Alberto Torregiani, rimasto paralizzato per via di un colpo di arma da fuoco esploso durante la rapina nella gioielleria del padre Pierluigi ad opera dei Pac, è apparso fra i nomi scritti sulle schede.

Il centro-sinistra non propone la rosa: l’annuncio dopo la proposta dei nomi del centro-destra

Oggi pomeriggio, il centro-sinistra si è riunito alla Camera. Al termine dell’incontro che ha visto protagonisti Pd, M5S e Leu, è stato diffuso un comunicato congiunto:Non contrapponiamo una nostra rosa dei nomi”. Nessuna rosa di nomi quindi per il centro-sinistra. Enrico Leta ha dichiarato: “La nostra proposta è di terminarla coi tatticismi, chiudersi in una stanza e trovare un’intesa”.

Attorno alle 16.30 di oggi, nel corso di un incontro con la stampa, i leader politici del centro-destra hanno annunciato la rosa dei nomi proposti per la corsa al ruolo di Presidente della Repubblica.

Matteo Salvini ha fatto i nomi di Marcello Pera, Letizia Moratti e Carlo Nordio.

Sempre durante la conferenza, Salvini ha spiegato ai giornalisti il motivo alla base della scelta di non includere Elisabetta Casellati nella lista dei nomi proposti.

Corsa al Quirinale, Enrico Letta chiede un incontro con il centro-destra

Raggiunto dai giornalisti, Enrico Letta ha commentato l’esito delle votazioni della seconda giornata, avanzando la sua proposta per trovare una soluzione.

“Crediamo che dobbiamo chiuderci in una stanza, gettare la chiave, pane e acqua e trovare una soluzioneha dichiarato il segretario del Pd.

Sempre in queste ore, ricorda TgCom24, il centro-sinistra aveva già richiesto un incontro a Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia per “trovare un nome super partes.

Potrebbe interessarti