Myss Keta e Elettra Lamborghini

Chi dice Sanremo dice polemica? Manca sempre meno all’avvio della 70esima edizione del Festival di Sanremo eppure il clima è già per ben infuocato. Dalle vallette che sembrano poter rifilare due di picche all’improvviso come Georgina Rodriguez alle discussioni sull’eticità dei contenuti delle canzoni di Junior Cally.

Uno stillicidio di critiche che piovono dall’alto sull’Ariston e alle quali, a dare il via, è stato lo stesso direttore artistico Amadeus in conferenza stampa con quelle frasi pronunciate sulla figura delle donna che hanno fatto tanto discutere.

Sanremo inquieto: la polemica sulla cover di Elettra Lamborghini

Ora, alle porte dell’Ariston, una nuova potenziale polemica che riguarda un’altra big in gara a Sanremo che sembra aver “cannato” la scelta della cover.

Proprio ieri, sul far della sera, è stata pubblicata la lista di tutte le cover e i duetti che si esibiranno sul palco nel corso della terza serata. Come previsto da regolamento sanremese infatti, ogni big in lizza per la vittoria è stato chiamato a scegliere dal repertorio sanremese un grande successo del passato per riportarlo in scena scegliendo anche se farlo da solista o con l’accompagnamento di una personalità italiana o straniera.

Per entrare però nel merito della nuova e possibile polemica, bisogna allora soffermarsi sul successo del passato ripescato da Elettra Lamborghini, l’outsider attesa al Festival di Sanremo. È venuto alla luce infatti come la cantante abbia deciso di esibirsi nel corso della terza serata con il successo di Claudia Mori, Non succederà più, con il sostegno di Myss Keta, presentatrice de L’Altrofestival insieme a Nicola Savino.

Non succederà più non gareggiò al Festival

Gli occhi attenti però hanno subito notato l’anomalia: il successo di Claudia Mori di fatto non sembra aver mai concorso al Festival di Sanremo.

La stessa Mori, nel 1982, avrebbe portato sul palco dell’Ariston il suo brano non in qualità di big in gara ma di mera ospite e per questo motivo la sua hit non sarebbe da considerarsi parte del repertorio sanremese. Il regolamento interverrà in merito? Elettra Lamborghini dovrà cambiare la sua cover? Per il momento, tutto è in stallo e si avanzano anche ipotesi che sempre la Lamborghini potrebbe rivedere il nome della sua “aiutante”.

C’è chi fa notare come Davide Maggio che la presenza di Myss Keta al suo fianco – dato il suo incarico come presentatrice de L’Altrofestival – potrebbe potenzialmente compromettere l’equità della gara.

Si prevede dunque un nuovo lungo concilio sul tema data anche l’importanza, in termini di competizione, della terza serata. I duetti e le cover che verranno presentate nella serata del 6 febbraio infatti verranno valutati dall’Orchestra e dal Coro del Festival e il giudizio finale inciderà sulla classifica generale che porterà poi, nella serata di sabato, a premiare il vincitore della 70esima edizione del Festival.