amadeus a sanremo

Il sipario su Sanremo 2020 si è ufficialmente alzato, con un padre Fiorello che tra il pubblico attraversa la platea dell’Ariston, con Malgioglio in prima fila.

L’ironica Omelia di Padre Fiorello

Questo è il Festival delle polemiche” comincia lo showman che invita il pubblico a scambiarsi un segno di pace. “Stiamo vivendo uno dei periodi più brutti“.

Fiorello munito di colletto bianco, che si è presentato sul palco del teatro con l’abito originale di Don Matteo “Uno dei pochi Matteo che funzionano in Italia” scende subito in campo per difendere l’amico Amadeus, che nelle ultime settimane è riuscito a scatenare diversi dibattiti, mettendosi contro qualsiasi fazione. E dopo l’ironica omelia di padre Fiorello entra lui, il conduttore di Sanremo 2020.

Per Amdeus il sogno di una vita

Trionfale Amadeus scende le temutissime scale del palcoscenico di Sanremo, e parte dall’origine del sogno, proprio con Fiorello.

fiorello vestito da prete

Anni fa, quando erano ancora dei ragazzi, disse a Fiorello che se mai fosse arrivato al Festival di Sanremo lo avrebbe voluto accanto a sé all’Ariston. “E dopo 35 anni, lui ha mantenuto la promessa” ha detto Amadeus, mentre Fiorello torna in scena in smoking.

Ed ora tocca ai giovani

AGGIORNAMENTO DELLE 21.16 – Amadeus apre ufficialmente la gara, che parte dai giovani.

Quest’anno si procede a sfida e i primi a sfidarsi sono gli Eugenio in via di gioia e Tecla Insolia, di soli 16 anni. Gli Eugenio con Tsunami, mentre Tecla propone la sua 8 Marzo, e con una manciata di voti si aggiudica questa manche proprio la giovanissima.

Thomas Fadi e Leo Gassmann sono invece i protagonisti della seconda sfida. Il primo si esibisce con Due Noi, mentre il giovane Gassmann canta Vai Bene Così. Ed è proprio lui a vincere questa sfida, Leo Gassmann.

Tiziano Ferro, il primo super ospite della serata

AGGIORNAMENTO DELLE 21.40- E Amadeus si gioca subito l’asso, il primo dei cantanti super ospiti, questo poi sarà una presenza nel corso del Festival.

Parliamo di Tiziano Ferro, che calca l’Ariston sempre con notevole bagaglio di emozioni (che inevitabilmente trasmette al suo pubblico) scende le scale del teatro intonando una pietra miliare della musica italiana, Volare di Domenico Modugno.

Il teatro esplode in un applauso e il cantante di Latina si congeda promettendo: “Ci vediamo dopo, mica vado via!”.

Entrano la prima valletta

AGGIORNAMENTO DELLE 21.59 – Finalmente, il temuto momento è arrivato: l’ingresso della prima valletta della serata, Diletta Leotta.

E Amadeus la presenta con una certa audacia: “È bella, posso dirlo? L’ho detto!“. La Leotta scende le scale con emozione ma con la grazia e l’eleganza che l’ha contraddistinguono e presenta, dopo Irene Grandi, i successivi big presenta Marco Masini e Rita Pavone.

Ed è il turno di Rula Jebreal

AGGIORNAMENTO DELLE 22.20 – E ora tocca alla giornalista e attivista Rula Jebreal, la cui partecipazione al Festival di Sanremo 2020 ha scatenato un acceso dibattito. È lei la seconda donna che a

Quando Amadeus le chiede se è emozionata, la Jebreal risponde: “Sanremo è un posto carico di energie bellissime.

Ma le scale dell’aereo che mi ha portato in Italia. Stasera parla la musica, che è una lingua universale, e parliamo al cuore degli italiani. Stasera – poi ha aggiunto la giornalista alludendo alle accuse di sessismo piovute su Amadeus dopo lo strafalcione in conferenza stampa- cerchiamo di fare un ‘passo in avanti’“. Parole che suscitano l’ilarità del pubblico. E infine, prima di presentare Achille Lauro, si rivolge ad Amadues: “E cerchiamo di non fare gaffe“. E il conduttore rispondere: “Be’ questo non te lo posso promettere“.

Achille Lauro nudo sul paco

AGGIORNAMENTO DELLE 22.37 – E poi fa il suo ingresso Achielle Lauro, bardato in un pesante mantello di velluto e scalzo, pronto a cantare la sua attesissima Me Ne Frego.

achille lauro sanremo
Achille Lauro a Sanremo

Ma ecco che sul palco, il trapper si lascia scivolare di dosso il drappo per mostrare la mise laminata, una tutina aderente, color carne e laminata che lascia l’Ariston a bocca aperta. Una performance praticamente nuda!

Romina Carrisi presenta i genitori Al Bano e Romina

AGGIORNAMENTO DELLE 22.41 –Quando 33 anni fa Al Bano e Romina si presentarono Al Bano e Romina al Festival di Sanremo, per cantare Nostalgia Canaglia sul palco dell’Ariston, la Power era incinta dell’ultimogenita Romina Jr

Al Bano e Romina al Festival di Sanremo

Oggi come allora su quel palco si ripresentano in 3, perché è proprio Romina Carrisi che presenta i suoi genitori, i quali ripropongono al pubblico di Sanremo 2020, quello stesso fortunato brano. Dopo il momento nostalgia -è proprio il caso di dirlo- si passa al medley che fa cantare tutta l’Italia. E poi il momento più atteso: dopo 25 anni il primo inedito di Al Bano e Romina Power, un regalo per celebrare i 70 anni del Festival. La canzone, presentata ancora una volta Romina Power, si intitola Cogli l’Attimo, scritta da Cristiano Malgioglio e Romina Power, musicata da Al Bano.

Tiziano Ferro si emoziona cantando Mia Martini

AGGIORNAMENTO DELLE 23.18 – Da un super ospite all’altro. Dopo Romina Power e la performance di Anastasio, è tornato anche Tiziano Ferro. Il cantante di Latina ha voluto riproporre uno dei successi più belli di Sanremo, l’immortale Almeno Tu Nell’Universo di Mia Martini.

tiziano ferro sanremo

Tiziano si è confrontato con un pezzo importante, e l’emozione stavolta gli ha giocato un brutto tiro. Proprio durante la sua esibizione, la voce si è rotta con le lacrime agli occhi. Una commozione che ha subito un crescendo sul finale. E quando Amadeus lo ha raggiunto sul palco, alla fine ha detto con gli occhi lucidi: “Ho rovinato tutto“. Ma il conduttore lo ha abbracciato con orgoglio.

Il cast degli anni più belli

AGGIORNAMENTO DELLE 23.45 – È la volta del cast al completo del nuovo film di Gabriele Muccino, Gli Anni Più Belli.

È così sul palco salgono Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria e, una cantante che questo palco lo conosce molto bene, Emma Marrone, che con Muccino è alla sua prima esperienza cinematografica.

Rula Jebreal celebra le donne ed è standing ovation

AGGIORNAMENTO DELLE 23.59 –Noi donne non siamo mai innocenti” comincia Rula Jebreal con il suo monologo. “Non lo siamo perché abbiamo denunciato troppo tardi, o troppo presto. Perché siamo troppo belle o troppo brutte. Perché ce la siamo cercata“.

rula jerbreal
Rula Jerbreal a Sanremo

Poi alternando alcune celebri canzoni, quali La Cura, La Donna Cannone e Sally, prosegue raccontando la sua storia: “Sono cresciuta in un orfanotrofio, erano favole tristi, favole di figlie sfortunate. Ci raccontavano delle nostre madri, spesso stuprate, torturate e uccise“. Ruba e da un po’ di numeri, numeri spietati in Italia. “Milioni di donne molestate, stuprate e uccise“. E sottolinea: “Nell’80% dei casi il carnefice non ha bisogno di bussare alla porta. Mia madre Nadia fu brutalizzata e stuprata 2 volte, la prima a 13 anni” rivela a quei pochi che ancora non conoscono le sue dolorose vicende, con una dignità disarmante. “Le canzoni che ho citato stasera sono tutte scritte da uomini, dunque vedete è possibile raccontare l’amore, il rispetto e la cura. È il momento che quelle parole siano messe in pratica e smesse di essere cantante“. Rula piange, mentre racconta la sua storia: “Io sono diventata la donna che sono per mia madre e per mia figlia“.

Torna Emma con Stupida Allegria

AGGIORNAMENTO DELLE 00.14 – Con Emma a Sanremo Amadeus non perde certo l’occasione di farla salire sul palco per cantare. Così dopo aver presentato il film di Muccino, la salentina torna per cantare. La Marrone regala al pubblico dell’Ariston un’esibizione del suo ultimo successo, il brano Stupida Allegria, tratta dall’album Fortuna.

Ma non manca un momento amarcord, con un medley sanremese di Emma, che ha riproposto tutti i brani che ha cantato per la prima volta su questo palco. E infine Amadeus ha portato Emma fuori dal teatro Ariston per raggiungere Piazza Colombo, per cantare ai suoi fan su un palco in piazza.

Tiziano Ferro con Accetto Miracoli

AGGIORNAMENTO DELLE 00.51- A mezzanotte passata è tornato sul palco Tiziano Ferro, che ha regalato ai fan finalmente un brano della sua ultima fatica discografica, Accetto Miracolo.

Al termine dell’esibizione si sentono ancora le eco di una serata emozionante per l’artista, che dà appuntamento a domani, con Massimo Ranieri.

La storia di Gessica Notaro

Lo sapevamo che sarebbe arrivata Gessica Notaro, la miss sfigurata dall’allora fidanzato con dell’acido, per raccontare la sua storia. Con lei sul palco Antonio Maggio, cantate che nel 2013 vinse il Festival di Sanremo nella sezione giovani.

gessica notaro e antonio maggio
Gessica Notaro e Antonio Maggio a Sanremo

Insieme il cantante e la miss cantano una canzone che racconta la terribile storia della Notaro, La Faccia e Il Cuore. I due amici di vecchia data cantano ancora una volta una canzone che condanna la violenza sulle donne. “Tieni le mani in tasca, che se le tiri fuori non fai la differenza. E se le tiri fuori è solo per una carezza“.

La classifica

La giuria demoscopica ha votato la sua prima classifica di questa prima serata del 70esimo Festival di Sanremo. La classifica di oggi si sommerà a quella di domani, dopo che si saranno esibiti i restanti 12 big.

912 Bugo e Morgan, Sincero
11 Riki, Lo sappiamo entrambi
10 Rita Pavone, Niente (Resilienza 74)
9Anchielle Lauro, Me ne Frego
8 Anastasio, Rosso di rabbia
7Raphael Gualazzi, Carioca
6Alberto Urso, Il sole ad Est
5 Marco Masini, Il confronto
4 Irene Grandi, Finalmente Io
3 Diodato, Fai Rumore
2 Elodie, Andromeda
1 Le Vibrazioni, Dov’è