TV e Spettacolo

Massimo Giletti: carriera in tv e vita privata del presentatore

Massimo Giletti: conduttore televisivo di successo, giornalista dal gran fascino. Dal debutto in Rai alla frattura, dalle minacce del boss alla perdita del padre: tutto sulla carriera e la vita sentimentale del noto volto della tv
massimo giletti in primo piano

Massimo Giletti si può dire sia ormai un veterano della televisione italiana: il conduttore di origini torinesi, classe 1962 (58 anni), è infatti uno dei volti più noti al pubblico nonché uno dei più amati. Ora al centro del palinsesto di La7, per lunghi anni il nome di Giletti è stato accostato a quello della Rai dove ha visto nascere il suo programma per eccellenza, L’Arena, tramutatasi successivamente in Non è l’Arena, programma di punta di La7.

Forte del suo successo, Giletti vanta un curriculum giornalistico alle spalle invidiabile. Quanto alla sua vita privata, del presentatore si annoverano numerose compagne e nessuna moglie, motivo per cui negli anni è stato spesso associato alla nomea di “sciupafemmine”.

Dal debutto sul piccolo schermo nel ’88 ai presunti e celebri flirt: tutto sulla vita privata e la carriera del conduttore.

Massimo Giletti: il debutto in tv e la carriera da giornalista

Massimo Giletti ha esordito nel 1988 come giornalista e conduttore televisivo dopo aver conseguito, con il massimo dei voti, una laurea in Giurisprudenza. I primi passi nel mondo del giornalismo li muove al fianco di Giovanni Minoli apparendo poi, per la prima volta in tv, nel 1994 al timone di Mattina in famiglia su Rai2.

Negli stessi anni sempre Giletti è anche al timone di Mezzogiorno in famiglia insieme alla collega e amica Paola Perego.

Gli anni 2000 e le sospensioni dall’Ordine dei Giornalisti

Sospeso per 1 anno dall’Ordine dei Giornalisti nel 1998, stessa sorte gli toccherà anche nel 2006 sempre per “violazione delle norme sul divieto di commistione tra informazione giornalistica e pubblicità“. Con l’arrivo degli anni 2000 è tempo di FIFA World Player 2000, da lui condotto insieme a Ela Weber e proprio in questa occasione ha modo di premiare Pelé e Diego Armando Maradona, el pibe de oro recentemente scomparso.

Finita l’esperienza a Casa Raiuno, contenitore pomeridiano, a cavallo tra il 2004 e il 2005 sempre Giletti è al timone della nota Domenica In con l’attuale conduttrice, Mara Venier e Paolo Limiti.

La frattura con la Rai e la nascita di Non è l’Arena su La7

Nel 2005 conduce per la prima volta L’Arena, programma di successo che gli tornerà nelle mani nel 2010. Un idillio che però termina nel 2017 quando, senza che i motivi venissero pubblicamente dichiarati, la trasmissione si interrompe così come il sodalizio Giletti-Rai non senza poche polemiche da ambo le parti e in particolar modo dal conduttore che, successivamente, si trasferisce nella sede di Urbano Cairo a La7.

Qui ha vita la sua Non è l’Arena.

Le minacce del boss Filippo Graviano

E proprio dopo una puntata di Non è l’Arena, Giletti ha dovuto fare i conti con le minacce: era il 10 maggio scorso quando, a pochi giorni dalla scarcerazione di boss per l’emergenza Coronavirus, Massimo Giletti lanciava in diretta una fortissima invettiva contro la disposizione costata una doppia mozione di sfiducia al ministro della Giustizia Bonafede.

Parole che arrivarono sino al carcere, all’orecchio del boss di Cosa Nostra Filippo Graviano che, intercettato, avrebbe minacciato il conduttore. Atto gravissimo costato la scorta a Giletti che così aveva commentato i fatti: “Sono molto dispiaciuto e non posso dire molto. È obbligatorio, non posso sottrarmi”, venendo fotografato per le vie Roma, nei giorni a seguire, scortato e con indosso un giubbotto antiproiettile.

Il dolore per la perdita del padre Emilio

Sempre nel 2020, passando però alla sfera degli affetti, Massimo Giletti ha dovuto confrontarsi con un grave lutto: la morte del padre Emilio Giletti.

Imprenditore dal quale il conduttore aveva ereditato un’azienda tenuta all’attivo sino alla sua morte. Proprio il conduttore, raccontando la perdita: “Da bambino ero legatissimo alla mamma e lui era… beh, piuttosto allegro sentimentalmente. La vedevo soffrire. Fu per me un dolore intenso, difficile da perdonare“, si confessò entrando nel merito di quello che è stato un difficile rapporto.

La vita privata di Giletti: spunta il nome della Clerici

Quanto alla sua vita privata, non si può dire che Massimo Giletti non abbia riscosso successo anche in ambito sentimentale. Affascinante, carismatico e di bella presenza, pare che Giletti abbia più volte fatto colpo sulle sue corteggiatrici pur decidendo di non sposarsi mai. Nessun matrimonio e nessun figlio agli atti ma numerose sono state le sue fiamme: tra queste presunte tresche attribuite al conduttore fa capolino anche il nome di Antonella Clerici, un vecchio flirt risalente agli anni ’90. Alla lista si aggiungerebbe poi anche la valletta e attrice Angela Tuccia e l’esponente del Pd, Alessandra Moretti.

Massimo Giletti ha una fidanzata?

Nulla di tutto questo si è potuto però evincere dai social dove Massimo Giletti non è presente, da sempre molto attento a mantenere il riserbo sulla sua vita privata. In ordine cronologico, l’ultima volta che Giletti è stato pizzicato in dolce compagnia risale a settembre del 2019 quando venne beccato a bordo piscina insieme alla campionessa di nuoto Ranomi Kromowidjojo me dei due non si è mai più saputo nulla. Non è dato sapere se al momento il conduttore sia impegnato.

Approfondisci

TUTTO su MASSIMO GILETTI

Massimo Giletti, scontro con Selvaggia Lucarelli: “Può andare ad alzare le palette”

Potrebbe interessarti