Politica

Mattarella dice sì al bis come Presidente della Repubblica, esultano (quasi tutti) i partiti: “Uomo di Stato”

Sergio Mattarella si sarebbe detto disponibile ad un secondo mandato come Presidente della Repubblica: plauso dei partiti che lo sostengono, si va verso il Mattarella bis all'ottava votazione.
Mattarella dice sì al bis come Presidente della Repubblica, esultano (quasi tutti) i partiti: "Uomo di Stato"

L’ottava votazione per il Presidente della Repubblica sembra quella giusta per risolvere l’impasse tra i partiti e tutto è pronto per la rielezione di Sergio Mattarella come Capo di Stato. Un’ipotesi che solo pochi giorni fa sembrava esclusa per via delle volontà della stessa attuale massima carica dell’Italia: alla richiesta dei partiti, però, Mattarella avrebbe detto sì. Esultano PD e parte della Lega, oltre che Italia Viva: forti critiche da Fratelli d’Italia.

Sì al Mattarella bis: sarà di nuovo Presidente della Repubblica

In corso la probabile ultima chiamata di questa partita per il Quirinale, con un esito per certi verti scontato e allo stesso tempo incredibile: da Mattarella a Mattarella, passando per le sconfitte del centrodestra e veti incrociati che hanno determinato come unica soluzione un passo indietro di tutti e la richiesta dei partiti all’attuale Presidente della Repubblica di rinnovare il suo incarico.

Ieri sera Matteo Renzi l’aveva “pronosticato”, sottolineando però che non era scontato un sì di Mattarella. Dai colloqui di queste ore, invece, è arrivata un’altra indicazione: l’ok dell’attuale Capo di Stato è arrivato e, sebbene potrebbero esserci alcune condizioni alla rielezione, a ore potrebbe arrivare l’esito delle urne.

La prima a svelare la decisione di Mattarella è stata la capogruppo della Sudtiroler Volkspartei al Senato Julia Unterberger, uscendo dal Quirinale: “Il Presidente si è messo a disposizione” ha detto. A ruota sono arrivati poi le reazione dei partiti che esultano per il mantenimento dello status quo, su tutti Lega e PD. Enrico Letta l’ha definita “La figura che fa felici tutti gli italiani“, per poi lodare la scelta di generosità di Mattarella e augurarsi che la sua rielezione metta fine al trasformismo politico.

Sergio Mattarella “Uomo di Stato”, ma non tutti esultano per la rielezione

Tra gli entusiasti per la rielezione di Sergio Mattarella, quasi scontata salvo terremoti politici nel segreto dell’urna (ma servirebbe un numero mai visto prima di franchi tiratori), anche il presidente della Conferenza stato regioni Massimiliano Fedriga: “Mattarella dimostra un’altra volta di essere un uomo dello Stato.

L’ho trovato determinato e la sua ulteriore disponibilità è segno della sua grande responsabilità“. Così invece Salvini, che in meno di 24h è passato dal voler proporre un Presidente donna al cedere al ritorno di Mattarella: “Fatemi dire grazie a Mattarella, fino a ieri aveva altri progetti.

Dopo tante proposte bocciate, stamattina ho ritenuto atto di serietà bloccare questo scambio di veti e chiedere al Presidente di esserci, lo ringrazieremo per i prossimi anni“. E sulla tenuta dell’esecutivo ha aggiunto: “Il governo deve correre, non mi interessa un rimpasto. Sarà un anno difficile, c’è ancora la pandemia”.

Voto che conterà sul sostegno di Italia Viva, con Matteo Renzi che gongola: “Sono contento per l’Italia, stasera confermiamo un Presidente della Repubblica che ha servito il paese per 7 anni con grande onore e dignità“.

E continua: “Credo che chi poteva utilizzare questa occasione per avere la leadership politica di cui aveva parlato per mesi e mesi, non sia riuscito nel proprio intento, ma è un problema dei leader del centrodestra“. Destra che non è più così unita: Giorgia Meloni ha parlato di alleanza da rifondare dopo la scelta di un Mattarella bis che ostacola i suoi sogni di nuove elezioni già nel 2022. Critico anche il Ministro Giorgetti, che potrebbe arrivare anche a rassegnare le dimissioni.

Potrebbe interessarti