federica sciarelli

Chi l’ha visto? riparte questa sera, 11 settembre, in prima serata sua Rai 3. La trasmissione condotta da Federica Sciarelli ripartirà con approfondimenti sui casi di persone scomparse, su quelli di truffe romantiche, con un focus sull’inchiesta Angeli e Demoni e su tutti gli aspetti ancora da chiarire nell’uccisione di Elisa Pomarelli. Da stasera, ci sarà anche un nuovo inviato, Paolo Trincia, che da Le Iene approderà in Rai.

Chi l’ha visto? tratterà il caso di Bibbiano

L’inchiesta Angeli e Demoni sarà in primo piano nella puntata d’esordio della stagione di Chi l’ha visto? 2019-2020. Saranno approfonditi diversi aspetti riguardanti l’inchiesta sugli affidi illeciti di minori avvenuti nel territorio di Reggio Emilia che hanno portato a misure cautelari contro 18 persone, tra assistenti sociali e psicologi, e a circa 29 indagati accusati a vario titolo rispettivamente di maltrattamenti su minori, lesioni gravissime, tentata estorsione, violenza privata e frode processuale.

Con l’accusa di abuso d’ufficio e falso per l’assegnazione dei fondi alla Hansel & Gretel Onlus di Claudio Foti – i membri dell’organizzazione che risultano indagati avrebbero manipolato alcune perizie psichiatriche dei bambini per gettare le basi per gli affidamenti – si trova agli arresti domiciliari anche il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, non direttamente coinvolto negli abusi sui minori.

L’omicidio di Elisa Pomarelli

Sono ancora tanti gli aspetti da chiarire sull’omicidio di Elisa Pomarelli e che verranno trattati questa sera nel corso della prima puntata di Chi l’ha visto?. A ucciderla e a vegliare il suo corpo senza vita per giorni è stato il reo confesso Massimo Sebastiani, che si professava suo amico e che era profondamente ossessionato da lei. Il 7 settembre, il suo corpo è stato ritrovato dagli inquirenti guidati dall’imputato in un fossato nel comune di Gropparello, in provincia di Piacenza.

Nel mirino degli inquirenti c’è anche l’ex suocero dell’imputato finito in manette con l’accusa di favoreggiamento: lo avrebbe aiutato durante i 13 giorni di fuga.

Notizia di ieri è che i legali del 45enne Massimo Sebastiani potrebbero chiedere una perizia psichiatrica per il loro assistito che sembrerebbe finalizzata a sostenere che l’uomo fosse in stato di seminfermità mentale quando ha ucciso la 28enne.

Le persone scomparse tornano in prima serata

Da stasera tornano in prima serata gli approfondimenti di Chi l’ha visto? sui casi di persone scomparse. Come annunciato sulla pagina Facebook del programma, oggi, verrà trattato anche il caso di Stefano Gemellaro, un 57enne che è scomparso lo scorso 28 agosto da Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.

Dopo essere uscito per la sua consueta passeggiata pomeridiana, non è più rientrato nella casa in cui vive con la cognata e il fratello che hanno lanciato tempestivamente l’allarme. L’uomo è alto circa 1 metro e 70, ha i capelli brizzolati e gli occhi verdi. Quando è scomparso indossava una maglietta bianca con disegni rossi nella parte davanti, cappellino con visiera blu. Questa sera i suoi familiari lanceranno un appello dai microfoni di Chi l’ha visto?.