Politica

Ucraina, esplosioni senza fine. Biden avverte Putin: “Dittatore pagherà, non ha idea di cosa accadrà”

Continua la pioggia di missili sull'Ucraina, tra Kiev accerchiata dalle forze russe e il disperato tentativo di resistenza del Paese. Nella notte attacco frontale di Biden a Putin: "Pagherà".
Ucraina, esplosioni senza fine. Biden avverte Putin: “Dittatore pagherà, non ha idea di cosa accadrà”

La guerra continua a infiammare l’Ucraina, nella notte preda di incessanti bombardamenti. Sul filo teso tra la Russia e l’Occidente arriva l’intervento del presidente americano Joe Biden che avverte Vladimir Putin: “Dittatore, pagherà“. E annuncia nuove misure dopo la chiusura dello spazio aereo statunitense ai voli russi.

Ucraina, Joe Biden contro Vladimir Putin: “Dittatore pagherà

Nelle ore più infuocate del conflitto tra Mosca e Kiev, con combattimenti e missili che si sono succeduti in una nuova notte di guerra in Ucraina, dagli Stati Uniti arriva l’avvertimento di Joe Biden all’omologo russo Vladimir Putin.

In occasione del discorso sullo Stato dell’Unione al Congresso, il presidente americano ha condensato la posizione dell’Occidente contro l’azione violenta della Russia in un attacco frontale al Cremlino, sottolineando gli sforzi in atto per scongiurare il baratro di una terza guerra mondiale.

La libertà trionferà sempre sulla tirannia“, ha affermato il numero uno della Casa Bianca, parlando del presidente russo come di un “dittatore” che presto farà i conti con le conseguenze del suo operato. “Ha fatto male i calcoli – ha aggiunto Biden –, ha trovato di fronte un muro che non si aspettava, quello degli ucraini“.

Putin regista di un conflitto “premeditato”, ha dichiarato il presidente USA, ancora ignaro, a suo dire, “di cosa accadrà” in materia di misure contro la furia delle armi.

Biden ha annunciato la chiusura dello spazio aereo del Paese alle compagnie russe, unendosi così “al resto del mondo” nel ventaglio di sanzioni e provvedimenti per bloccare Putin. “Nel corso della storia – ha aggiunto – abbiamo imparato questa lezione: quando i dittatori non pagano per la loro aggressione creano ancora più caos. E vanno avanti“. Una delle scelte di Washington, ha infine reso noto lo stesso Joe Biden, intaccherà l’impero degli oligarchi di Mosca: “Vi sequestreremo yacht, appartamenti lussuosi e jet privati“.

L’appello di Volodymyr Zelensky a Joe Biden: “Non è un film

Dal bunker in cui è rinchiuso ormai da giorni, dopo l’avvio dell’invasione da parte di Mosca, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto esplicitamente a Joe Biden di dare un messaggio “forte e utile” sull’aggressione in corso ai danni dell’Ucraina.

In un’intervista esclusiva a Cnn e Reuters, ha sottolineato ancora una volta la richiesta di Kiev per avere un intervento decisivo dall’Occidente al fine di fermare l’escalation: “È una situazione molto seria, non siamo in un film“.

All’alba del secondo round di negoziati – sulla cui concreta attivazione ora incombe una densa nube di incognite alla luce della recrudescenza degli attacchi russi in numerose città ucraine – Zelensky ha parlato nuovamente alla nazione dopo la notizia di essere scampato a un tentativo di omicidio da parte di un presunto commando assoldato dal Cremlino: “Oggi gli ucraini sono un simbolo di invincibilità. Un simbolo di come le persone, in qualsiasi Paese, possono diventare le migliori persone sulla Terra in qualsiasi momento.

I russi stanno colpendo i civili, i bombardamenti continuano“.

Potrebbe interessarti